domenica, 9 dicembre 2018

bambole spia

L’Authority tedesca: “Genitori distruggete la bambola spia e dateci le prove”

La Federal Network Agency ha imposto la misura a chi avesse ancora in casa My friend Cayla e i-Que Intelligent Robot le bambole che registrano la voce dei bambini e la trasmettono a un server che le interpreta. E chiede di farsi certificare la distruzione. In Italia il Codacons aveva chiesto a ministero e Garante Privacy un intervento.

Il Codacons contro le bambole “spia”: ministero e Garante intervengano

Dopo la denuncia del Test-Salvagente sulla bambola “My friend Cayla” e sul robot “i-Que Intelligent” che registrano la voce dei bambini mentre giocano e inviano i file a un server di una società americana interviene Carlo Rienzi con un esposto per chiedere più tutele