mercoledì, 19 dicembre 2018

aste al ribasso

Petti dà l’esempio e paga di più i pomodori agli agricoltori

L'iniziativa del gruppo di Venturina Terme (Livorno) per schierarsi contro le aste al ribasso considerate responsabili dello schiacciamento dei prezzi e collegate quindi allo sfruttamento dei lavoratori nelle campagne

Quando finirà davvero la pacchia del caporalato nelle nostre campagne?

Dopo la mattanza di lavoratori stranieri nel foggiano, la manifestazione di oggi, si torna a parlare di caporalato. E anche chi, come Salvini, diceva che la legge complicava la vita alle aziende, oggi parla di controlli (ma dove? nei confronti di chi?). Un fenomeno criminale, certo, ma anche frutto di interessi ampi. Anticipiamo l'editoriale del direttore del prossimo numero del Salvagente.