Punture di medusa: i rimedi fai da te sono davvero efficaci?

PUNTURE DI MEDUSA

In estate le punture di medusa sono il terrore di molti bagnanti, per questo è bene conoscere alcuni rimedi utili da attuare in caso di necessità. E sfatare i lughi comuni sul fai-da-te

Nel caso in cui si venisse a contatto con una medusa, occorre sapere come agire, così da minimizzare i danni. Bisogna precisare però che le meduse mdel mediterraneo sono decisamente meno pericolose rispetto a quelle tropicali.

In questo articolo dunque, vogliamo illustrare alcuni rimedi naturali e fai da te, così da comprendere quali sono quelli maggiormente efficaci.

Punture di medusa: quali sono i passi da compiere?

In estate è bene sapere come difendersi dalle ustioni di medusa, in particolare il primo passo è quello di uscire immediatamente dall’acqua e sciacquare la parte lesa con abbondante acqua di mare.

Si sconsiglia l’utilizzo di acqua dolce, in quanto potrebbe incrementare la circolazione delle tossine della medusa.

Il secondo passo invece è quello di eliminare i tentacoli della medusa, evitare di utilizzare lame taglienti in quanto ci si potrebbe ferire. Invece è bene preferire un pezzo di plastica come ad esempio i bordi di una carta di credito.

Non conosci il Salvagente? Scarica GRATIS un numero della nostra rivista cliccando sul pulsante qui in basso e scopri cosa significa avere accesso a un’informazione davvero libera e indipendente

Sì! Voglio scaricare gratis il numero di novembre 2021

Secondo gli esperti, in caso di punture di meduse non è utile applicare una crema cortisonica o antistaminica, in quanto ha un effetto dopo circa 30 minuti dalla sua applicazione.

Quali sono i rimedi fai-da-te?

Vi è una credenza popolare secondo cui le punture di medusa vanno trattate con aceto, ammoniaca e urina. Non vi sono ricerche scientifiche a riguardo dunque non possiamo affermare l’attendibilità di queste affermazioni.

Si sostiene inoltre che l’aceto possa essere dannoso per le punture di meduse del mediterraneo, ma risultare più utile in caso di meduse tropicali.

Noi consigliamo di affidarsi sempre e comunque all’acqua di mare e procedere con la rimozione dei tentacoli come spiegato in precedenza.

Per lenire la zona invece è utile applicare un unguento a base di aloe vera o calendula. Grazie alle loro proprietà nutritive permettono di idratare la pelle e migliorare lo stato infiammatorio.

I rimedi naturali e fai da te possono ridurre gli effetti collaterali delle punture di meduse, però occorre precisare che in caso di complicazioni è bene recarsi presso il pronto soccorso più vicino.

I rimedi maggiormente efficaci

Come abbiamo spiegato nei paragrafi precedenti, il primo passo è sicuramente quello di sciacquare la parte lesa son l’acqua di mare. Si tratta del rimedio principale ma anche quello che permette un miglioramento della puntura.

Dopo che si saranno tolti tutti i tentacoli è possibile applicare un po’ di aloe vera per idratare la zona, oppure un farmaco predisposto a tal fine.

Si consiglia inoltre di mantenere ben idratata la zona anche nei giorno successivi alla puntura, in questo modo si permetterà alla pelle di rigenerarsi al meglio.

Le punture di medusa sono assai fastidiose, ma possono essere contrastate con facilità nella maggior parte dei casi, dunque è bene non farsi prendere dal panico.