“Il talco è cancerogeno: stop alla vendita globale”

talco

Alcuni gruppi per la tutela della salute femminile hanno chiesto agli azionisti di Johnson&Jonhson di farsi portavoce, all’interno dell’assemblea, di un bando totale della vendita di talco. Considerato probabile cancerogeno, la multinazionale ha continuato a vendere la sua “polvere” sul mercato afroamericano

Johnson&Johnson non dovrebbe più vendere in nessuna parte del mondo il suo talco. A sostenerlo, alcuni gruppi di tutela della salute femminile che hanno chiesto ad alcuni azionisti della multinazionale di farsi portavoce della proposta che, tuttavia, al momento è rimasta inascoltata.

Stop alla vendita di talco negli Usa

Due anni fa la multinazionale aveva smesso di vendere il talco sui mercati statunitensi e canadesi adducendo come motivazione il fatto che su questi mercati la domanda di questo prodotto fosse notevolmente diminuita. In realtà a determinare la decisione le molte cause legali che negli anni J&J ha dovuto affrontare: in tutti i casi l’accusa era quella di aver determinato il cancro alle ovaie nelle donne che avevano utilizzato per un lungo periodo la polvere di talco. A dicembre 2018, un report di Reuters aveva dimostrato come i vertici del gruppo dagli anni 70 conoscessero il pericolo che si annidiava dentro le confezioni del cosmetico più usato nella prima infanzia.

Tuttavia, J&J ha cercato nuovi sbocchi commerciali trovandoli nel mercato afroamericano, in particolare le donne nere e in sovrappeso. È essenzialmente qui che i gruppi d’azione chiedono di fermare le vendita di talco.

“Il nostro talco non è cancerogeno”

La multinazionale americana ha sempre negato (e continua a farlo) che i suoi prodotti contengano amianto e ha affermato che le accuse si basano su dati scientifici errati. Una convinzione che – secondo i gruppi di tutela – non trova riscontro nella realtà.

Il talco, considerato il minerale più tenero del mondo, è spesso usato dalle donne come antitraspirante e deodorante genitale. I gruppi sostengono che è difficile garantire che il talco sia privo di amianto poiché si formano naturalmente insieme e le fibre di talco contaminate dall’amianto che entrano nel corpo sono collegate al cancro. Molte delle cause contro Johnson & Johnson hanno affermato che il prodotto ha causato il cancro alle ovaie.

Non conosci il Salvagente? Scarica GRATIS un numero della nostra rivista cliccando sul pulsante qui in basso e scopri cosa significa avere accesso a un’informazione davvero libera e indipendente

Sì! Voglio scaricare gratis il numero di novembre 2021

D’altronde, nel 2006 l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha iniziato a classificare il talco in polvere come “possibilmente cancerogeno” ma Johnson & Johnson ha continuato a venderlo.