Gran Bretagna, negli allevamenti è raddoppiato l’uso di alcuni antibiotici vitali per l’uomo

suini benessere animale

In Gran Bretagna, l’uso crescente negli allevamenti di suini di una classe di antibiotici di fondamentale importanza per la salute umana, gli aminoglicosidi, ha suscitato preoccupazioni sulle pratiche agricole e gli sforzi per ridurre la dipendenza dai farmaci. Un’inchiesta pubblicata dal Guardian su dati inediti mostrano che l’uso di questi antibiotici è più che raddoppiato tra il 2015 e il 2019.

Secondo l’indagine, i farmaci vengono somministrati in allevamenti che forniscono carne di maiale a Tesco e Waitrose, che hanno insistito sul fatto che vengano utilizzati in modo responsabile. Se è vero che la quantità di antibiotici prescritta per il trattamento dei suini nel Regno Unito che è diminuita del 62% dal 2015, è anche vero che nello stesso periodo è aumentato l’uso degli aminoglicosidi, una classe di farmaci che include la gentamicina, che viene utilizzata nell’uomo per curare la meningite e le infezioni del sangue e dell’addome.

Gli aminoglicosidi sono ritenuti “criticamente importanti” per la salute umana dall’Organizzazione mondiale della sanità, ma vengono utilizzati negli allevamenti di suini per combattere la diarrea e altre malattie.

I dati compilati dal Consiglio per lo sviluppo dell’agricoltura e dell’orticoltura, rilasciati dopo una richiesta di accesso agli atti, mostrano che l’uso di aminoglicosidi nei suini è aumentato da 2,6 mg per chilogrammo di peso corporeo nel 2015 a 5,9 mg nel 2019.

Nel 2018, l’Agenzia europea per i medicinali ha avvertito che “l’uso di questa classe di antibiotici nella medicina umana e veterinaria è associato all’aumento della prevalenza della resistenza”, citando esempi di E coli resistente ai farmaci, salmonella e varianti animali di MRSA (resistente alla meticillina Staphylococcus aureus).

Non conosci il Salvagente? Scarica GRATIS un numero della nostra rivista cliccando sul pulsante qui in basso e scopri cosa significa avere accesso a un’informazione davvero libera e indipendente

Sì! Voglio ricevere GRATIS un numero del Salvagente

Tuttavia, il Regno Unito segue la classificazione dell’Agenzia europea per i medicinali per gli antibiotici veterinari, che classifica gli aminoglicosidi al di sotto degli antibiotici con la massima priorità.

Secondo gli esperti del settore, il recente aumento dell’uso di aminoglicosidi è probabilmente dovuto alla graduale eliminazione di antibiotici come la colistina, classificata come una priorità più elevata per la salute umana, e ai cambiamenti negli allevamenti che si preparano a vietare in tutta l’Ue e nel Regno Unito l’uso di ossido di zinco dal prossimo anno.