Superbonus 110%, la falsa mail delle Entrate che non si deve aprire

L’Agenzia delle Entrate mette in guardia i contribuenti su una nuova campagna di phishing che sfrutta false mail con il logo delle Entrate per convincere il destinatario ad aprire un allegato alla posta elettronica. L’oggetto della mail è pure invitante perché fa riferimento al Superbonus 110% e quindi agli incentivi per l’efficientamento energetico degli edifici.

La mail in questione – come quella riprodotta qui sotto – inviata dal mittente “Gli organi dell’Agenzia delle Entrate” e firmato da “Ufficio Comunicazioni della Direzione nazionale Agenzia delle Entrate”, chiede di prendere immediatamente visione di un documento allegato contenente disposizioni operative riguardanti le misure sull’efficientamento energetico degli edifici.

L’Agenzia – sottolinea in una nota -che “è del tutto estranea a tali messaggi, ne disconosce il contenuto ed invita l’utenza a cestinarli immediatamente senza aprire gli allegati”. Inoltre precisa che “le Entrate non inviano mai per posta elettronica comunicazioni contenenti dati personali dei contribuenti. Infatti, tali comunicazioni sono consultabili esclusivamente nel Cassetto fiscale, accessibile tramite l’area riservata sul sito internet www.agenziaentrate.gov.it“.

Come comportarsi per garantire la propria sicurezza informatica

Un’altra mail che sta circolando in queste ore, prosegue la nota, “indica come mittente “[email protected] e come oggetto “FROM THE OFFICE OF THE DIRECTOR”. Al riguardo, si ricorda che, in base alle buone pratiche per ridurre i rischi per la propria sicurezza informatica ed evitare danni ai propri pc, tablet e smartphone, è sempre opportuno verificare preventivamente messaggi di mittenti sconosciuti, non aprire allegati o collegamenti eventualmente presenti e, in caso di dubbio, cestinare quelli sospetti”.

Nell’area L’Agenzia comunica del portale delle Entrate è presente la sezione Focus sul phishing in cui si possono trovare le ultime segnalazioni circa i nuovi casi che coinvolgono il nome dell’Agenzia, approfondimenti e notizie per aiutare il cittadino a riconoscere le false comunicazioni.