Gomme da neve, su strada vincono le Bridgestone

PNEUMATICI
Il 15 novembre, come tutti gli anni, entra in vigore l’obbligo di avere le gomme da neve sulla propria auto, o di tenere a bordo le catene da neve. Il codice della strada prevede, infatti, che fino al 15 aprile “i veicoli siano muniti ovvero abbiano a bordo mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o su ghiaccio”. Sebbene l’indicazione preveda entrambe le possibilità, è consigliato sostituire le gomme con quelle da neve, ritenute più sicure delle catene. Gli pneumatici invernali sono indicati con la sigla in evidenza M+S (mud+snow), ma su questo aspetto è necessario fare una puntualizzazione. Ogni casa di produzione può applicare la sigla M+S a diversi tipi di gomme. Se la sigla è accompagnata dal logo di una montagna con un fiocco di neve, significa che è un pneumatico da neve e termico, in grado di garantire prestazioni più sicure. Tuttavia la legge non distingue al momento tra i due tipi di gomme, quindi basterà dotarsi di quelle recanti la sola sigla M+S. C’è tuttavia un aspetto da non dimenticare: gli pneumatici devono essere omologati pena una sanzione amministrativa che va da 155 a 624 euro (continua dopo la tabella)

Le prove del Tcs

In nostro soccorso nella scelta dello pneumatico migliore è venuto il Touring club svizzero che ha valutato 16 gomme della dimensione 205/55 R16 91H quelle che montano modelli di auto come la Renault Mégane o la Volkswagen Golf. Nella tabella che segue i risultati relativi a 8 pneumatici che si possono acquistare anche nel nostro paese. Tre le gomme che hanno ottenuto la valutazione “molto consigliato”: tra queste Bridgestone ottiene il miglior punteggio su strada bagnata mentre Dunlop si contraddistingue per il più basso consumo di carburante. Lo pneumatico Bridgestone si aggiudica anche la migliore performance nel test di frenata su fondo asciutto: l’arresto avviene 4,5 metri prima della Goodyear, la gomma che registra lo spazio di frenata più lungo. Bridgestone, tra l’altro, fa bene anche sul fondo bagnato.

Nel test di usura è lo pneumatico Michelin che ottiene un’ottima valutazione con una percorrenza stimata di circa 43mila chilometri. Nettamente inferiore la Bridgestone con 23mila chilometri. Minime le differenze in fatto di consumi: tra il migliore (Dunlop) e il peggiore si registra una differenza di soli 0,1 litri per 100 km. Differenze decisamente più marcate nella prova che riguarda il comfort e il rumore: tra la gomma più silenziosa (Semperit) e la più rumorosa (King Meiler non riportata nelle nostre tabelle) ci sono circa 4 decibel di scarto.

I consigli

Due i consigli che il Tcs fornisce ai consumatori: assicurarsi che le 4 gomme abbiano la stessa data di produzione e, prima di procedere all’acquisto, riflettere sul proprio profilo di automobilista per fare la migliore scelta qualità/prezzo.

page1image34753152 page1image34761408 page1image34762944 page1image34766592 page1image34793408