La Commissione Ue: “Vieteremo i Pfas e gli interferenti endocrini”

“Come priorità vieteremo le Pfas“. Lo ha detto il vicepresidente della Commissione Ue, Frans Timmermans, come riporta Ansa.it, presentando oggi la stretta sugli agenti chimici nocivi. Un po’ a sorpresa è stata annunciata l’eliminazione graduale dai prodotti di consumo di agenti con proprietà di interferire con il sistema ormonale (interferenti endocrini) come ad esempio ftalati e bisfenoli, e sostanze persistenti come le polifluoroalchiliche (Pfas).

I primi prodotti dove il divieto di Pfas potrebbe trovare applicazione sono gli estintori, ma l’obiettivo principale è, riporta ancora l’Ansa, “impedirne l’emissione nell’ambiente con disposizioni di legge e non” ha detto il commissario all’Ambiente Virginius Sinkevicius. La Commissione europea vuole inoltre modificare il Reach, una delle regolamentazioni sulle sostanze chimiche più stringenti al mondo, con “revisioni mirate” per migliorarne l’efficacia.

Nel 2021 poi arriveranno criteri comuni per identificare le sostanze interferenti endocrine, nel 2022 gli stessi principi saranno portati nelle legislazione settoriale in giocattoli e cosmetici. La strategia annunciata oggi prevede anche la semplificazione della procedura di valutazione dei rischi e dei pericoli delle sostanze chimiche.