I 4 cibi che interferiscono con la pillola contraccettiva

Se si sta assumendo una pillola contraccettiva è bene fare attenzione a non mangiare alcuni cibi. Nella lista ci sono alimenti noti per avere un effetto collaterali con questi e altri farmaci, è il caso del pompelmo, ma anche degli insospettabili come le tisane detox. Andiamo ad analizzare uno per uno cosa è bene non mangiare se non si vogliono annullare gli effetti del contraccettivo.

Il pompelmo

Nel caso del pompelmo l’aspetto negativo non è legato all’aumentata probabilità di avere un bambino (per diminuire l’azione contraccettiva della pillola bisognerebbe consumarne in grandissime quantità) quanto, piuttosto, al pericolo di aggravare alcuni effetti collaterali del contraccettivo orale (come l’indolenzimento del seno e i coaguli di sangue), a causa della capacità del pompelmo d’interferire nel metabolismo degli estrogeni, provocandone un rialzo nei livelli nel sangue

Gli integratori a base di erbe

Lo abbiamo ripetuto più volte: il fatto che si tratta di erbe non vuol dire che non abbiano effetti collaterali. Un esempio classico è l’iperico (o Erba di San Giovanni), largamente utilizzato in fitoterapia per le sue molteplici proprietà benefiche (oltre a combattere la nausea e ad alleviare i disturbi digestivi, è anche un potente antidepressivo): ebbene questa erba  se assunta in concomitanza con un anticoncezionale di tipo ormonale, può ridurne l’azione contraccettiva perché alcune delle sostanze che contiene possono causare una diminuzione della concentrazione di etinilestradiolo nel sangue.

Il carbone attivo

La capacità del carbone attivo di assorbire praticamente qualunque cosa a livello intestinale spiega il motivo per il quale venga ampiamente utilizzato in campo medico per il trattamento di disturbi come aerofagia, meteorismo, gonfiore di stomaco, cattiva digestione e dissenteria. Questa sua proprietà, però, diventa anche il suo limite quando si parla di contraccettivi ormonali, perché va ad interferire non solo con l’assunzione di sostanze nutritive ma anche con qualsiasi farmaco (come appunto la pillola) riducendone gli effetti.

Le tisane detox

Molte di queste tisane hanno un potente effetto lassativo e questo non è certo un bene quando si prendono dei contraccettivi ormonali, perché l’eventuale diarrea causata dalla bevanda disintossicante finisce per privare l’organismo non solo di sostanze nutritive importanti, ma anche di qualunque farmaco si stia assumendo, ivi compresa la pillola.