Bollette 28 giorni: “L’erede dell’intestatario della linea ha diritto al rimborso?”

Carlo Salvagente,
Vorrei sottoporvi il seguente quesito: l’erede legittimo (moglie) che subentra nell’intestazione della linea telefonica del defunto (marito) ha diritto a ricevere il rimborso dal ricalcolo della fatturazione a 28 giorni ai sensi della Delibera 269/18/Cons sulla linea telefonica in questione?

Matteo

 

Gentile Matteo, abbiamo girato la sua domanda a Valentina Masciari, responsabile utenze di Konsumer Italia:

A parte l’aspetto che i rimborsi devono essere, per quanto stabilito dalla delibera dell’Agcom, automatici, in tal caso essendo l’intestatario defunto ed avendo la moglie, erede, provveduto ad effettuare il cambio di intestazione a suo nome, ha diritto comunque al rimborso per quel precedente contratto ma, come ex cliente, essendo quel contratto appunto precedente, formalmente chiuso. Quindi, come erede, può richiedere il rimborso, visto che, fra l’altro,  come erede gli avrebbero richiesto il pagamento di eventuali importi aperti, ma il problema è che si tratta, come già detto, di ex cliente e quindi su tale fascia di rimborsi, ancora non è stato previsto nulla di preciso e bisognerà attendere ancora un po’ per capire come intenderà muoversi l’Agcom su questo aspetto.

L’importante è non rinunciare a far valere un proprio diritto e avviare tutto quanto è necessario per raggiungere il risultato. Ricordo sempre che la nostra Associazione Consumatori, Konsumer Italia, sta monitorando il fenomeno e siamo pronti a supportare chi avesse difficoltà a districarsi nelle varie casistiche che si stanno presentando.