Foodwatch contro “Cameo”: tolga il biossido di titanio

Foodwatch Germania, Ong che si batte per garantire la sicurezza alimentare al consumatore, ha lanciato una petizione per chiedere a Dr.Oetker – proprietaria in Italia del marchio Cameo – di togliere dai preparati per torte, guarnizioni per dolci, praline e altri dolciumi il biossido di titanio, l’additivo colorante E171 considerato potenzialmente cancerogeno tanto che la Francia lo vieterà dal gennaio 2020.

Acquista qui il numero di giugno 2019 con le analisi sul biossido di titanio su gomme, cioccolatini e farmaci

La presenza di questo colorante, specialmente in forma micro e nanometrica, è molto diffusa nei prodotti alimentari (e non solo) come hanno appurato le analisi del Salvagente pubblicate sul numero di giugno 2019.

Il braccio di ferro tra la Ong e l’azienda dolciaria si è acuito in Germania quando Dr.Oetker dopo aver dichiarato che “il biossido di titanio da noi utilizzato è superiore alla scala dei nanometri è stata smentita dai risultati delle analisi di laboratorio commissionate da Foodwatch: “Dei quattro prodotti Oetker testati – ha spiegato un portavoce della Ong – tutti e quattro contenevano biossido di nano-titanio. La porzione nano era compresa tra il 22% e il 100%. Il prodotto contenente 100% nano-E171 era Dekor Kreation Rosa Mix”.

La dimensione delle particelle di biossido di titanio è importante perché alcune ricerche, come quelle dell’Inra (Istituto nazionale francese per la ricerca agronomica), hanno suggerito che il consumo di nanoparticelle di biossido di titanio è associato ad un elevato rischio di cancro.