Lettini inclinati e morti in culla: “Toglieteli tutti dal commercio”

Un altro lettino inclinato legato alla morte di un neonato. Dopo l’allarme che aveva portato, lo scorso aprile, la Mattel a richiamare di 4,7 milioni di culle Rock ‘n Play Sleeper della Fisher-Price ora tocca a un modello della Chicco, il Lullaby Dream Playard, una culletta che si poggia sul lettino.

A sollevare il caso, ancora una volta negli Stati Uniti, la morte in culla di un bambino di 3 mesi in Pennsylvania. Era soffocato mentre dormiva sulla schiena nel letto inclinato, ha stabilito il processo in corso.

Il Lullaby Dream Playard ancora in vendita su amazon.com

L’incidente è l’ultimo di numerosi altri, tutti con esiti mortali legati alle cullette inclinate. Dopo il maxirichiamo Fisher-Price effettuato dopo che il giornale dei consumatori statunitensi Consumer Reports aveva legato le sue cullette ad almeno 32 morti infantili è toccato a Kids II che ha tolto dal commercio circa 694.000 modelli inclinati a dondolo, coinvolti in cinque morti infantili.
E a giugno, Fisher-Price ha ulteriormente richiamato 71.000 traversine inclinate che sono state vendute come accessorio a Ultra-Lite, modelli molto simili al Lullaby Dream Playard della Chicco.

L’azienda, da parte sua, ha dichiarato a Consumer Reports: “La sicurezza è sempre la nostra massima priorità. Ad oggi, questa è l’unica accusa di cui abbiamo sentito parlare in relazione ai nostri modelli di playard. Poiché la questione riguarda controversie in corso, non possiamo commentare ulteriormente “.

“Questo incidente ci dimostra ancora una volta che questa classe di prodotti non è sicura”, afferma Nancy Cowles, direttore esecutivo di Kids In Danger, associazione no profit americana dedicata all’educazione di genitori, ingegneri, progettisti e produttori per promuovere miglioramenti nella sicurezza dei prodotti per bambini.

E ha aggiunto: “Anche prima, sapevamo che questi modelli inclinati andavano contro le raccomandazioni sul sonno sicuro. E ora che sappiamo che ci sono dei morti, ogni prodotto in questa classe deve essere tolto dal mercato“.
Nonostante le differenze di progettazione tra i prodotti, spiega Consumer Reports, tutti i prodotti per il sonno inclinati posizionano i bambini ad un’inclinazione compresa tra 10 e 30 gradi, il che può causare lo scivolamento della testa di un bambino, dal mento al petto e la compressione delle vie aeree. E un bambino potrebbe non essere in grado di sollevare la testa per respirare.
Secondo l’American Academy of Pediatrics, dormire in pendenza aumenta il rischio di soffocamento e morte. I bambini dovrebbero invece essere messi a letto sulla schiena, soli, liberi e su una superficie solida e piatta priva di paraurti e altri letti morbidi.