Elettrodomestici ricondizionati e rigenerati, Unc: “Ancora troppe carenze sui diritti”

A comprare una lavatrice ricondizionata ci si risparmia, ma i rischi di ritrovarsi con una fregatura, rispetto ai prodotti nuovi possono essere maggiori. Per questo l’Unione Nazionale Consumatori ha presentato l’indagine svolta tra gennaio-aprile del 2019 sui 14 siti internet che promuovono o vendono elettrodomestici rigenerati/ricondizionati, con i consigli necessari per conoscere fino in fondo i propri diritti. Il presidente Unc, Massimiliano Donna parla di “un quadro informativo tra luci e ombre, con alcuni significativi punti deboli nella trasparenza verso i consumatori”.

I siti monitorati

L’iniziativa realizzata da UNC, in collaborazione con APPLiA Italia, ha interessato piccoli e grandi elettrodomestici, apparecchi d’informatica e di high-tech. Sono stati oggetto dell’indagine i seguenti 14 siti internet: Amazon Renewed, Astelav, Back Market, Centro Elettrodomestici Ricondizionati, Cycleon-Recare – Returne to Value, Elettro Discount, Ebay, Eprice, Evoluzione Casa, Mediamarket, Mondo Affari, Solo Stocks, Subito.it, WireShop. Si precisa, inoltre, che alcuni operatori (come Back Market, Ebay e Subito.it) operano come intermediari; Elettro Discount opera come drop shipping. L’analisi, muovendo dalle segnalazioni pervenute agli sportelli di assistenza dell’Unione Nazionale Consumatori, si è focalizzata esclusivamente sulla relazione di consumo, cioè quella “business to consumer” (c.d. “B2C”), per cui non sono stati presi in considerazione gli operatori del mercato B2B (Cycleon-Recare – Returne to Value e Solo Stocks).

Scarsa trasparenza sugli interventi

“In generale -commenta Dona- ci sembra di poter giudicare un quadro tra luci e ombre: sono particolarmente allarmanti alcune carenze informative sull’identità del soggetto che ha effettuato gli interventi sui prodotti o sui canali per ottenere un contatto con il venditore; solo una parte dei siti internet esaminati risulta sufficientemente trasparente e rispettosa della normativa di consumo”. In particolare, viene notata una certa riluttanza degli operatori ad illustrare ai consumatori cosa si intende per prodotto ricondizionato/rigenerato (ad esempio, non è quasi mai spiegata la natura dell’intervento al quale è sottoposto il prodotto e questa circostanza può incidere sulla sicurezza stessa del prodotto oltre che sulla classe energetica). “Tutti aspetti che abbiamo evidenziato nell’infografica pubblicata sul nostro sito www.consumatori.it. I casi più gravi riscontrati dai nostri legali saranno oggetto di una segnalazione all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato” continua Dona.

 La legislazione è carente

“Le criticità emerse dall’indagine realizzata in collaborazione con UNC non ci sorprendono” afferma Manuela Soffientini Presidente APPLiA Italia. “La legislazione in materia è carente e confusa: il DM 140/2016 infatti non regolamenta in modo chiaro ed esaustivo il tema del ricondizionamento a discapito della sicurezza del consumatore e della trasparenza del mercato. È necessario certificare innanzitutto l’identità dei soggetti ricondizionatori, definire le regole secondo cui operano e le loro responsabilità sugli interventi effettuati. Il tema delle garanzie post vendita ed una effettiva sorveglianza del mercato sono ulteriori aspetti fondamentali”.

Le definizioni

Per “Prodotto ricondizionato” si intende un “bene che dopo essere stato sottoposto ad un processo di riparazione e manutenzione, sia di tipo estetico che meccanico-funzionale, viene immesso sul mercato”.

Per “Rigenerato” secondo la Giurisprudenza della Corte di Cassazione, si intendere un prodotto usato che, pur rimanendo tale, viene riportato allo stato di origine: il bene usato viene sottoposto a controlli di funzionalità e le componenti usurate o difettose vengono sostituite ricorrendo a ricambi originali.

ELEMENTI CARATTERIZZANTI IL FENOMENO DELLA RIGENERAZIONE SECONDO LA GIURISPRUDENZA SONO:

RIMESSA A NUOVO DEL PRODOTTO

Il prodotto non è nuovo nel senso che non è immesso per la prima volta sul mercato, ma è rimesso a nuovo dal punto di vista della funzionalità e, quindi, garantisce le stesse prestazioni di un prodotto nuovo.

RICORSO A RICAMBI ORIGINALI

Il prodotto continua anche a seguito della rigenerazione a garantire lo stesso standard qualitativo del prodotto originale. Se la rigenerazione avviene ricorrendo a ricambi originali, il prodotto è lecitamente commerciabile.

Se la rigenerazione avviene ricorrendo a ricambi non originali,
il prodotto potrebbe non essere conforme e la condotta può essere penalmente rilevante.