Ritorno alla bilancia: come stimolare la sazietà mangiando poco

Il dramma, si fa per dire, di chi tornato dalle vacanze vuole togliere i chili presi mettendosi a dieta, è la lotta con la perenne sensazione di fame che lo attanaglia. A tal proposito, vengono in soccorso i consigli sulla sanzione di sazietà e come stimolarla, del ricercatore dell’Istituto di Agrochimica e Tecnologia Alimentare del Consiglio superiore di ricerca scientifica spagnolo (CSIC), Amparo Tárrega Guillem, pubblicata da El Pais. “Esiste un modo per, a parità di calorie, generare più sazietà con un alimento rispetto ad un altro?” è la domanda del quotidiano spagnolo. L’esperto CSIC risponde.

Più proteine, meno quantità di cibo

Un pasto ricco di proteine ​​offre una sensazione di pienezza maggiore di quella di un pasto con le stesse calorie e basso contenuto di proteine. Ci aiutano a rimanere senza fame più a lungo e a ridurre la quantità di cibo che mangiamo nell’assunzione successiva. Per ora, un singolo meccanismo fisiologico non è stato determinato per spiegare questo aumento di sazietà, ma sono stati proposti vari meccanismi che sono attualmente in fase di studio.

Alimenti ricchi di fibra per la fame del pomeriggio

Prodotti altamente soddisfacenti, quelli ricchi di fibre [come le verdure a foglia verde] non sono la soluzione al problema dell’obesità, ma evitano di mangiare tra un pasto e l’altro. Non direi a nessuno di nutrirsi di loro, perché significherebbe uno squilibrio nella dieta, anche se possono essere un supporto nel pomeriggio per coloro che cercano di seguire una dieta per il controllo del peso.

Lo yogurt è meglio se più denso

I prodotti più densi, con consistenza e aromi complessi o intensi sono in grado di soddisfare prima la fame e, quindi, ridurre la quantità ingerita, secondo quanto riportano studi recenti. Ad esempio, la sazietà dei consumatori è maggiore con la viscosità dello yogurt o quando sono inclusi pezzi di frutta. Sembra ci si senta soddisfatti e si smetta di mangiare dopo aver ricevuto abbastanza sensazioni sensoriali.

Prodotti sazianti

Il consiglio dell’esperto per non rimanere fregati acquistando prodotti venduti “per evitare gli spuntini tra i pasti” nelle farmacie e nei supermercati è, semplicemente: provarli. E se aiutano a non fare spuntini tra i pasti, sono prodotti valido. Ma è pericoloso basare l’alimentazione esclusivamente su di loro.