Nestlé, Ikea e Unilever lanciano “coalizione per il benessere animale”

Nestlé, Unilever, Ikea Food Services e altre quattro società si sono unite per formare la Global Coalition for Animal Welfare (GCAW) per promuovere gli standard di benessere degli animali in tutta la catena di approvvigionamento alimentare globale. A riportarlo è Foodnavigator. Aramark, Compass Group, Elior Group e Sodexo sono gli altri quattro membri della nuova coalizione, che si propone di riunire le grandi aziende e gli esperti di benessere degli animali per lavorare per migliorare gli standard per gli animali su larga scala per soddisfare la domanda dei consumatori di prodotti alimentari da animali allevati in sistemi che promuovono un buon benessere. La coalizione si concentrerà su cinque obiettivi principali: politiche senza gabbia, miglioramento del benessere dei polli da carne, benessere dei pesci allevati, resistenza antimicrobica e standard globali per il trasporto e la macellazione. Un programma di azione collettiva sarà pubblicato nella prima metà del 2019.

Lav critica

Gianluca Felicetti, presidente della Lega Anti-vivisezione, commenta così al Salvagente: “Senza impegni concreti almeno per la riduzione dell’uso e del consumo di animali, insostenibili per ambiente e salute agli standard attuali non secondo gli animalisti ma per Fao e Oms, la creazione di questa alleanza fra produttori suona come un’operazione di “animal washing” per continuare a fuorviare i consumatori poco attenti. È inoltre chiaro che gli standard volontari, peraltro non controllati da terzi indipendenti,  servono a distrarre una classe politica già molto poco attenta a questi temi così cruciali dal proprio principale compito che è quello di fare Leggi con sanzioni efficaci e di farle rispettare”.