“La mia lavastoviglie non asciuga”: 5 trucchi per “aiutarla”

“La mia lavastoviglie non asciuga”. A giudicare dalle segnalazioni dei consumatori, non sono pochi quelli che lamentano questo difetto. Tant’è che le case produttrici cercano di mettere a punto sistemi di lavaggio sempre più efficaci nella fase asciugatura, anche attraverso l’adozione di semplici accorgimenti che facciano aprire automaticamente la porta della lavastoviglie negli ultimi 10 minuti del ciclo.
Consumer Reports, mensile nordamericano dei consumatori, dopo aver sottoposto a test decine di modelli diversi negli anni, ha confermato che quello dell’inefficacia dell’asciugatura è un problema frequente di questi apparecchi. E, forte delle prove sul campo che effettua sulle lavastoviglie ha indicato 5 modi per migliorare l’asciugatura. Vale la pena leggerli.
1. Lascia spazio tra i piatti (non devono toccarsi) e non sovraccaricare la macchina. L’idea è di migliorare la circolazione dell’acqua e dell’aria, che facilita l’asciugatura.

2. Utilizza un brillantante. Il brillantante rompe il legame tra le molecole d’acqua e le stoviglie, facilitando l’asciugatura.

3. Usa la funzione di riscaldamento. Più calore si dà, migliore è l’asciugatura. Va sempre tenuto presente, però, che aumentando la temperatura si innalzano i costi in bolletta. Non a caso i cicli economici (o rapidi) escludono proprio l’asciugatura ad alte temperature.

4. Apri la porta della lavastoviglie di pochi centimetri non appena termina il ciclo. Ciò consente la uscita del vapore.

5. Svuota prima il cestello inferiore. L’acqua si raccoglie su superfici concave, come tazze e bicchieri che si trovano capovolti sul cestello superiore.

Lavastoviglie, quali sono i marchi più affidabili “sul campo”?