Prime Day, Amazon e il sospetto delle finte offerte

Il Prime Day di Amazon è stato un successo, come dice l’azienda stessa che lo ha definito “Il più grande evento di shopping di sempre anche in Italia”. Vista la potenza commerciale di Amazon e il tam tam sui giornali e online, non è difficile crederlo. Eppure, al Salvagente sono arrivate segnalazioni che gettano un’ombra sulle 36 ore di maxisconto lanciate lo scorso 16 luglio dal colosso di e-commerce. Le lamentele riguardano prodotti il cui prezzo durante il Prime Day sarebbe stato più alto rispetto alla media nei mesi precedenti, e in alcuni caso addirittura l’effetto sconto sarebbe dovuto al gonfiarsi del prezzo pochi giorni prima.

Un software per monitorare le variazioni

Abbiamo utilizzato un software dal nome Keepa, che una volta installato nel browser permette di controllare sotto ogni articolo di Amazon l’andamento del prezzo di vendita nel corso degli ultimi mesi, e siamo andati alla ricerca di elementi che potessero confermare o smentire quanto sostenuto nelle segnalazioni ricevute. Possiamo dire che, nonostante diversi articoli beneficiassero effettivamente di offerte lampo corrispondenti con il periodo del Prime Day davvero convenienti, alcuni articoli ci hanno lasciato perplessi.

I tre casi sospetti

Lo smartphone Sony Xperia XZ Premium, Memoria Interna da 64 GB, è stato venduto durante il Prime Day a 403 euro, mentre il giorno prima era a 675 euro, una bella differenza in effetti. Però, a ben guardare, il 9 luglio, appena 7 giorni prima, il prezzo di vendita era a 403 euro, lo stesso ammontare del giorno delle maxi-offerte. Tra i prodotti più venduti durante il Prime Day, c’è il kit per la barba L’Oréal Paris Men Expert Barber Club. Il merito è del prezzo vantaggioso: 23,90 euro. Peccato che, secondo Keepa, poche ore prima del Prime Day costasse 18,99 euro, e dalla fine della finestra promozionale abbia ricomniciato a scendere. Terzo esempio di andamento strano dei prezzi: la Powerbank Aukey 20000mAh 2 Porte, preziosa per ricaricare lo smartphone quando si è lontani dalla rete elettrica. Da un prezzo che si trascina identico da alcune settimane fino al 17 luglio mattina, 25,99 euro, l’offerta schizza in alto durante il Prime Day fino a raddoppiare prima dello scoccare della mezzanotte, ora stabilita come fine dei maxi saldi. E invece, al contrario delle aspettative, il 18 luglio, il prezzo della powebank ritorna ad attestarsi sul prezzo pre-Prime Day. 

 

Alcuni dubbi e un consiglio

La prova che il Salvagente ha fatto era del tutto empirica e non ha pretese statistiche. Ma così come in poco tempo abbiamo trovato tre prodotti che comprati durante il Prime Day si sarebbero rivelati un pessimo affare, immaginiamo che ce ne siano altri. L’andamento dei prezzi dei prodotti in vendita su Amazon è determinato anche da un algoritmo che alza e abbassa l’ammontare in base a diverse varianti. A voler essere in buona fede questa risposta è sufficiente, a voler essere in malafede, il sospetto di variazioni furbe non è del tutto peregrino. In ogni caso, prove alla mano, al prossimo Prime Day, il consiglio è quello di installare Keepa e verificare se si sta facendo un affare a comprare, o se l’affare lo sta facendo solo Amazon.