Ecco perché le diete speciali non sono indicate per i bambini

Dalla gluten free a quella a basso contenuto di Fodmap (carboidrati non assorbibili che fermentano nel colon): fioriscono diete speciali offerte anche in età pediatrica per curare vari disturbi. Tra questi soprattutto i disordini addominali funzionali, che colpiscono ben il 20% dei bambini e si manifestano con mal di pancia e gonfiore addominale. Ma funzionano davvero o si tratta solo di mode nutrizionali? E più in generale quali sono i rischi di un’alimentazione restrittiva nei bambini? Sul tema si sono confrontati una serie di esperti della Società Italiana di Pediatria riuniti a Roma in occasione del congresso nazionale in una tavola rotonda dal titolo “Diete speciali: mito o realtà?”.

Cosa sono gli zuccheri “fermentabili”

Sull’inefficacia di eliminare il glutine dalla dieta di bambini (non celiaci) tanto in voga e percepita come “salutare” da molti genitori, per combattare i disturbi addominali ne abbiamo parlato con il professor Ruggiero Francavilla, pediatra e gastroenterologo, dell’Università di Bari. Ora invece vogliamo concentrarci sui regimi alimentari – altrettanto in voga e considerati salutari – che eliminano o riducono i Fodmap ovvero i Fermentable, Oligo-, Di-, Mono-saccharides And Polyols. Parliamo di carboidrati, zuccheri a catena corta come il galattosio, lattosio, fruttosio e sorbitolo non assorbibili che fermentano nel colon.

Il problema vero è che questi carboidrati il nostro stomaco non riesce completamente a digerire perché non ha gli enzimi adeguati. E allora che fine fanno? Vengono “smontati” dai batteri intestinali ma questo, oltre a mettere in difficoltà la flora del tenue, produce gas: la pancia di gonfia e in alcuni casi degenera in diarrea. Molti genitori per ovviare a questi problemi “eliminano” i Fodmap dalla dieta dei figli affidandosi al periocoloso fai-da-te.

Per chi soffre di intestino irritabile

In realtà diversi studi hanno dimostrato che una dieta senza o a basso contenuto di Fodmap riduce i dolori addominali nei soggetti adulti che soffrono di intestino irritabile. Diverso invece nei soggetti che non hanno questo tipo di problemi: per un soggetto normale (adulto o bambino) eliminare i Fodmap significa depauperare i batteri intestinali (buoni e cattivi) e dover poi integrare a questa dieta l’assunzione di probiotici. Un vero controsenso.

Gli effetti di una dieta speciale (per chi non ne ha bisogno)

Quali effetti possono provocare in un bambino sano l’eliminazione dei Fodmap?

  • Nel lungo periodo, ci spiega il professor Francavilla, sicuramente si riduce l’apporto energetico degli zuccheri, e si provoca un apporto sbilanciato: si prendono troppe calorie da lipidi (grassi) e proteine piuttosto che dagli zuccheri;
  • Minore apporto di calcio;
  • Effetti negativi sul microbiota intestinale.

Il consiglio resta sempre il solito: consultare il pediatra prima di sottoporsi a qualsiasi dieta. Con o senza particolari nutrienti.