Materasso vecchio, quando è il momento di cambiarlo?

Col cambio di stagione, spesso ci si limita a cambiare il lato del materasso e dargli una spolveratina, ma ogni tanto bisognerebbe proprio sbarazzarsene e comprarne uno nuovo. Ma quando è il momento giusto per un nuovo materasso? A questa domanda risponde l’associazione dei consumatori inglesi Which?, che inizia con una battuta: “Se non riesci a ricordare quanti anni hai avuto il tuo materasso, è probabile che sia ora di uno nuovo. È fin troppo facile perdere la cognizione di quanto a lungo ci si è dormito e, anche se ci si sente ancora a proprio agio, è probabile che sia meno favorevole e meno igienico di quando era nuovo”.

Una decade può andare

Il “Consiglio del sonno”, un’organizzazione nata in Inghilterra per diffondere abitudini in grado di favorire un buon riposo, raccomanda di sostituire il materasso ogni sette anni, perché dopo quel periodo il materasso sarà stato sottoposto a più di 20mila ore di utilizzo. Ciò è l’equivalente di 2.555 notti – il che è molto se si considera che gli adulti perdono una media di mezzo litro di liquido ogni notte e ogni anno lasciano quasi mezzo chilo di cellule morte di pelle. Ma i test di durabilità di Which? rivelano che i materassi migliori possono durare fino a un decennio senza attenuarsi, abbassarsi o diventare meno solido. Quindi, a condizione di acquistare un buon materasso e pulirlo regolarmente, potrebbe essere necessario cambiarlo solo ogni 10 anni.

 

Il prezzo fa la differenza?

Solo uno su cinque tra gli esperti di Which? pensa che un materasso durerà più a lungo se sarà acquistato come parte di un set con una nuova rete. Anche se l’acquisto di un nuovo telaio del letto non garantisce che il nuovo materasso durerà, l’uso di un letto vecchio o errato con il nuovo materasso non prolungherà certamente la durata della sua vita e potrebbe anche invalidare la garanzia. E se investire in un costoso materasso significa probabilmente ottenere tessuti e cuciture di migliore qualità, non è garanzia di una vita più lunga. “Abbiamo testato materassi primo prezzo da 200 sterline che offrono prestazioni migliori nei nostri test di durata rispetto ai materassi che costano dieci volte tanto”, spiega Which?.

A molle o con schiuma

 

Un buon materasso a molle insacchettate dovrebbe durare comodamente tra 8 e 10 anni. Dei 49 materassi a molle testati, il 59% di essi guadagna più di quattro stelle nei test di durata. I materassi memory foam (schiuma) tendono a dare buoni risultati nei test di durata. Il 93% di essi ha ottenuto più di quattro stelle nel test di durata. “Tutto sommato, non raccomanderemmo di acquistare un materasso in memory foam solo per la durata, a meno che non fornisca la solidità e il comfort che state cercando” dice l’associazione di consumatori inglese.