Nanoparticelle non dichiarate in etichetta, Que Choisir denuncia 8 aziende

L’associazione dei consumatori francese Que Choisir ha denunciato i produttori di alcuni prodotti (alimentari e cosmetici) per non aver indicato in etichetta la presenza di nanoparticelle. Si tratta, tra gli altri, anche di prodotti che troviamo sul mercato italiano (la lista completa nelle immagini che seguono): gli M&M arachidi, il deodorante Sanex Nature 48 ore, il dentifricio tripla protezione Aquafresh e lo stick per le labbra Avene. Le analisi condotte su questi prodotti hanno evidenziato la presenza di nanoparticelle di cui non era fatta menzione in etichetta.

Si tratta – ha scritto l’associazione in una nota stampa – del “mancato rispetto dell’obbligo legale di riportare sulla confezione”. L’associazione ricorda il “potenziale impatto sulla salute” e “l’impatto ambientale” di queste nanoparticelle, che entrano nel corpo. “L’Istituto nazionale per la ricerca agricola (Inra), e l’Agenzia per la sicurezza sanitaria nazionale per l’alimentazione (Anses) hanno sottolineato che alcune nanoparticelle potrebbero avere effetti potenziali promotori di carcinogenesi”, ha ricordato l’associazione.

Que Choisir  ha, anche, chiesto al Ministero dell’Economia e la Dgccrf (prevenzione delle frodi) di “pubblicare l’elenco dei prodotti alimentari e cosmetici che tacciono sulla presenza di nanoparticelle“.