Attente al fruttosio in gravidanza, può facilitare l’insorgenza di asma nel bambino

Nuovi sospetti, inquietanti, sul fruttosio. Questa volta il dolcificante considerato per molti anni come naturale e sano, viene legato allo sviluppo di asma in età infantile.

I ricercatori della Harvard Medical School e l’Harvard Pilgrim Health Care Institute di Boston hanno esaminato i dati sulle abitudini alimentari di circa 1.000 coppie madre-bambino incrociandoli con le informazioni sulla salute dei bambini, e hanno scoperto una maggiore incidenza di asma durante l’età delle scuole elementari non solo da parte dei piccoli che consumavano molte bevande addolcite con zucchero e sciroppo di mais ad alto fruttosio ma anche di quelli partoriti da donne che avevano fatto largo uso di queste bevande durante la gravidanza.
In particolare, le donne che avevano consumato più fruttosio durante la gravidanza avevano il 70% di probabilità in più di avere un bambino con diagnosi di asma.
“Studi precedenti hanno collegato l’assunzione di bevande zuccherate con l’obesità e l’obesità con l’asma”, ha detto il co-autore dello studio Sheryl Rifas-Shiman.
Che ha aggiunto come lo studio abbia scoperto che “il fruttosio può influenzare il rischio di asma anche senza un legame diretto con l’obesità.

Non è perfettamente chiaro il meccanismo di causa-effetto tra il dolcificante e la patologia, anche se si ipotizza che il fruttosio possa provocare fenomeni di infiammazione, che possono influenzare lo sviluppo del polmone del bambino.

Fruttosio: da dolcificante “naturale” a nemico della salute dei bambini