Canone Rai, nuovi modelli per comunicare l’esenzione

Chi deve comunicare l’addebito del canone Rai sulla bolletta intestata ad un altro familiare, e chi vuole o deve aggiornare le comunicazioni precedentemente inviate ha a disposizione un nuovo modello messo a punto dall’Agenzia delle Entrate (cliccando qui è possibile scaricare il modulo).  Il documento prevede tre diversi “quadri”, ognuno di essi dedicato ad una specifica esigenza. (continua dopo la fotografia)

Chi non possiede la tv, per evitare il pagamento del canone deve compilare il quadro “A” del modello, che non ha subito modifiche.  Il quadro “B”, invece, si deve compilare per evitare doppi pagamenti quando ci sono più utenze nella stessa famiglia. La sezione serve, infatti, per comunicare che il canone è già addebitato sull’utenza elettrica intestata ad un altro soggetto presente nello stesso stato di famiglia, e non deve, quindi, essere incluso anche nelle altre bollette. Il quadro “C” va utilizzato per comunicare variazioni rispetto a quanto dichiarato in passato. (Qui tutte le indicazioni per la compilazione)

Il modello va trasmesso direttamente dal titolare della bolletta o dall’erede tramite l’applicazione web disponibile sul sito dell’Agenzia. Chi non ha il pin deve invece inviare una raccomandata senza busta, all’indirizzo: Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22 – 10121 Torino. L’autocertificazione deve essere accompagnata da un valido documento di riconoscimento.