Test sulla pasta gluten free, ci scrive Dr Schär

L’azienda dopo l’uscita del numero di gennaio 2017 ha voluto inviarci la precisazione che pubblichiamo integralmente:

“Dr Schär ha letto l’articolo apparso sul numero 1/2017 della rivista Il “Test Salvagente”, dal titolo “Il lato oscuro del Gluten-Free”, e desidera rassicurare i lettori.

Per propria politica aziendale e codice etico, Dr Schär esegue costantemente, secondo i propri standards di qualità e sicurezza, analisi preventiva su campioni di tutte le materie prime in entrata, alla ricerca di tutti i più comuni contaminanti (incluse le micotossine), sulla base delle normative europee, nazionali, e delle conoscenze tecniche del settore. Tali analisi, pertanto, erano state svolte anche sugli ingredienti utilizzati per produrre gli alimenti analizzati da “Il Test Salvagente”.

Nonostante ciò, l’informazione secondo cui sarebbero stati riscontrati livelli elevati di alcune micotossine è stata subito sottoposta a verifica analitica, perché la nostra azienda prende con serietà ogni notizia che riguardi la sicurezza o la qualità dei propri prodotti.

Dr Schär ha quindi commissionato analisi di verifica ad un laboratorio terzo, accreditato a livello ministeriale (Accredia) per i metodi di ricerca delle fumonisine: i controlli così effettuati rispondono perciò ai più attendibili standard analitici riconosciuti in sede internazionale, e presentano i minori margini di errore attualmente possibili.

Quelle commissionate da “Il Test Salvagente”, al contrario, erano state svolte da un laboratorio che, per quanto serio, non ha l’accreditamento per tali analisi (l’elenco dei laboratori accreditati è reperibile sul sito web di Accredia), e pertanto si prestano a “falsi positivi”.

Ebbene, i risultati ottenuti da Dr Schär sono, per una delle due micotossine, negativi; per l’altra, assolutamente inferiori a qualsiasi limite di legge. Soprattutto, però, i valori totali sono inferiori persino ai limiti fissati per i baby foods, sicché l’affermazione – contenuta nell’articolo citato – che il prodotto “in alcuni casi … può esporre i più giovani al rischio micotossine” non è vera, almeno per gli alimenti Schär.

Ciò, a prescindere dal fatto che i prodotti Schär analizzati da “Il Test Salvagente” non sono baby foods, e che confrontare i valori dichiarati dalla rivista con i limiti legali stabiliti per i baby foods non ha alcun senso”.