domenica, 26 Giugno 2022

Tag: infrazione

MASCHERINE SUPERMERCATO

Misure contro pratiche commerciali sleali, il rapporto Ue: Italia è ancora...

Nel primo rapporto della Commissione europea sull'applicazione della direttiva contro le pratiche commerciali sleali nel settore agroalimentare, l'Italia figura tra gli undici paesi che non hanno ancora recepito la direttiva entro il limite previsto di maggio 2021, e che dunque come gli altri ritardatari come la Spagna, è in procedura di infrazione. Il giallo dell'eccezione italiana per cooperative e organizzazioni di produttori

Pratiche sleali della Gdo contro produttori agricoli, l’Ue apre procedura d’infrazione...

La direttiva Ue contro le pratiche commerciali nella filiera agroalimentare è stata approvata nel 2019, ma da allora non tutti gli stati membri si sono impegnati a fondo per mettere in pratica le nuove regole. A dare il via alla procedura le segnalazioni dei sindacati secondo cui c'è stato un picco di tali pratiche dall'inizio della pandemia di Covid-19

Conte: “Voucher obbligatori invece dei rimborsi”. Ma l’Europa dice il contrario

Dodici paesi hanno chiesto alla Commissione europea di emendare urgentemente il regolamento europeo sui diritti dei passeggeri per permettere alle compagnie aeree di rilasciare dei voucher al posto dei rimborsi in denaro. Secondo Massimiliano Dona (Unc), "Questa richiesta dimostra che il Cura Italia non può derogare alla legislazione europea"

Discariche, la Corte Ue condanna l’Italia. La lista dei 44 impianti...

La Corte di giustizia Ue condanna l'Italia per non aver adeguato 44 discariche alle disposizioni previste dall'apposita direttiva del 1999 entro la scadenza fissata dalla Commissione, ovvero il 19 ottobre del 2015. In molti casi, nonostante il ritardo, sono stati avviati i lavori di adeguamento, ma per 6 impianti è ancora impossibile verificare la conformità
glifosato goletta

Smog e sistemi fognari, Bruxelles deferisce l’Italia per ripetute violazioni

Sforati i limiti annuali e orari di biossido di azoto (NO2) nell'aria delle città. Manca l'adeguamento alle norme Ue dei sistemi di trattamento delle acque di scarico in oltre 700 centri abitati e 30 aree sensibili dal punto di vista ambientale con più di 2mila abitanti. Le città e le regioni interessante
CODICE UFI

Sostanze chimiche, 1 su 3 in Europa non conforme alla normativa

A rendere pubblica questa statistica è l'Environmental European Bureau (Eeb) sulla base di uno studio triennale dell'Istituto federale tedesco per la valutazione del rischio (Bfr) e dell'Agenzia tedesca dell'ambiente (Uba). Secondo l'Eeb, le industrie produttrici non hanno fornito dati a norma di regolamento sull'impatto ambientale e sulla salute. Tra queste, bisfenolo A e ftalati, ampiamente usati negli imballaggi alimentari.