domenica, 28 Febbraio 2021

Riccardo Quintili

707 ARTICOLI 0 Commenti
GLIFOSATO

Glifosato nella pasta: ecco perché chi dice che non è un...

Dopo l'uscita del nostro test su 20 spaghetti, che ha trovato 7 prodotti con tracce di glifosato, c'è chi ha voluto tentare di tranquillizzare i consumatori sul fatto che a quei livelli il problema non esiste. Vediamo allora tutte le conoscenze emerse fino a oggi sul temibile pesticida
GLIFOSATO

Anche qualche traccia di glifosato nei cibi può alterare il microbiota...

A confermare la pericolosità del glifosato, i ricercatori dell'Università di Turku in Finlandia che hanno sviluppato un nuovo strumento bioinformatico per prevedere se un microbo, ad es. un batterio intestinale umano, è sensibile all’erbicida più utilizzato nella storia dell’umanità.
PFAS

I Pfas potrebbero indebolire il vaccino contro il Covid

Come non bastassero tutte le evidenze sulla pericolosità dei Pfas contenuti un po’ ovunque nei contenitori degli alimenti, ora da una ricerca della Harvard School of Public Health arriva uno scenario ancora più terribile. La concentrazione nell’organismo potrebbe depotenziare il tanto atteso effetto del vaccino Covid
FONTINA

Fontina con escherichia: il mistero del richiamo scomparso

Due giorni fa è comparso sul sito del ministero della Salute il richiamo di una fontina a marchio Lidl, Iper e Cooperativa Produttori Latte e Fontina. Un'allerta importante perché legata alla presenza pericolosa di Escherichia coli Stec. Il Salvagente, però, ha scoperto che 15 giorni prima era stato trovato un altro lotto contaminato, ma nessuno sembra aver dato l'avviso ai consumatori.
MIELE

Il miele europeo e quello italiano rischiano di scomparire

I cambiamenti climatici e l'uso di pesticidi, come quelli che hanno portato alla strage delle api in Lombardia su cui indaga la magistratura, hanno portato a un calo della produzione mai visto. Con il risultato, tra l'altro, di favorire le importazioni di miele adulterato. Complici i controlli europei inadeguati

Infarto e ictus: gli errori a tavola che ci mettono a...

Uno studio su 200mila tra uomini e donne conclude che chi consuma alimenti pro-infiammatori ha il 46% di rischio in più di malattie cardiache e il 28% in più di ictus. Abbiamo cercato di capire dagli esperti quali sono questi alimenti che ci mettono in pericolo e quali quelli invece che possono difenderci.

Calvé cambia l’etichetta della salsa bbq dopo l’articolo del Salvagente

Nel servizio di Dario Vista sul numero in edicola del Salvagente avevamo segnalato che l'etichetta della salsa Calvé indica la presenza dell'aroma di affumicatura allo 0,7%, una dose quasi due volte quella consentita dalla legge. L'azienda dopo i controlli che tranquillizzano sul rispetto dei limiti di legge, correggerà le confezioni

“Un anno tra riparazioni e sostituzioni, ma il mio frigo Whirlpool...

La vicenda di una nostra lettrice che a settembre 2019 compra un modello Whirlpool che improvvisamente inizia a congelare nella parte frigo. Tra interventi e sostituzioni dell'apparecchio il problema rimane. E la casa concede una nuova sostituzione. Ma resta una domanda: cosa serve ai consumatori per farsi rimborsare un apparecchio che non funziona?

Dopo il grano al glifosato dal Canada anche la carne agli...

Un dubbio che, secondo Tiziana Beghin, capodelegazione del Movimento 5 stelle al Parlamento europeo, ha anche l'Europa che ha confermato come grazie al via libera del Ceta entrino carni senza alcun controllo continentale e con controlli in Canada poco credibili

“Il riciclo della plastica è una truffa (e i produttori lo...

Un fondo che fa discutere. E non solo in Gran Bretagna dove è uscito oggi su The Guardian. Le parole di Arwa Mahadawi pesano come pietre e accusano i grandi gruppi industriali di sapere che gran parte della plastica riciclata non verrà mai utilizzata. Per ragioni puramente economiche, conviene usare quella vergine. E far ricadere il senso di colpa sul consumatore

72 ore da positivo al Covid prima del tracciamento. Cittadinanzattiva: “Una...

Lo avevamo denunciato ben tre giorni fa: chi scrive è risultato positivo al Covid e attendeva il tracciamento sanitario che è il primo intervento in questi casi. Ma sono serviti tre giorni per il primo contatto. Una falla che preoccupa anche Cittadinanzattiva Lazio che chiede di verificare e intervenire.

Il mercato sporco europeo (e italiano): pesticidi vietati da noi ma...

81mila tonnellate di pesticidi vietati, perché pericolosi, in Europa ma realizzati nel Vecchio Continente e venduti in Sud America, Asia e Africa. Con il placet dell'Europa. È la scandalosa e occultata ipocrisia svelata da Greenpeace Uk e Swiss Public Eye. Dove anche l'Italia fa la sua parte