Come integrare vitamine, ferro e proteine nella dieta veg

DIETA VEG

Alimentazione vegetale e macronutrienti, come integrarli

Per evitare il presentarsi di disturbi legati a una carenza di alcuni alimenti non consentiti all’interno di una dieta vegetariana, è necessario introdurre un ventaglio di nutrienti completi che compensino con un apporto nutritivo equilibrato. Vitamineproteine, fibre, antiossidanti, sono alla base del nostro benessere, ecco perché potrebbe essere necessario ricorrete all’introduzione di macronutrienti.

Non conosci il Salvagente? Scarica GRATIS il numero con l'inchiesta sull'olio extravergine cliccando sul pulsante qui in basso e scopri cosa significa avere accesso a un’informazione davvero libera e indipendente

Sì! Voglio scaricare gratis il numero di giugno 2023

Nella dieta vegana è necessario introdurre la vitamina B12, il cui fabbisogno non subisce invece interferenza nella alimentazione vegetale dove è previsto il consumo di prodotti di derivazione animale come le uova e i latticini. Non dovranno mai mancare i legumi, in quantità considerevoli, visto che restano tra le fonti di origine vegetale con il più alto contenuto di proteine.

Essenziale la frutta secca, da aggiungere alle diverse preparazioni, dalle insalate ai sughi. Un altro alimento che non tutti conoscono, nonostante il suo utilizzo rislaga ai tempi dei Romani, è l’alga spirulina, un concentrato di proteine, vitamina B1, betacarotene, potassio, ferro e fitonutrienti. Una risorsa che contiene oltre il seicento per cento in più di proteine rispetto al tofu, perfetta per l’alimentazione vegetale.

Attenzione ai luoghi comuni: in molti pensano che il ferro eme o animale sia identico a quello contenuto nei legumi, nella frutta secca e in alcune categorie di vegetali. Non è assolutamente vero, poiché di tratta di componenti che nel ferro vegetale tendono ad essere meno biodisponibili, ecco perché è preferibile ricorrere a qualche piccolo suggerimento. In questi casi si può combinare l’assimiliazione di prodotti con proteine al succo di limone o comunque con alimenti ricchi di vitaminca C, che aiutano nell’assorbimento del ferro.