Capelli, rischi e benefici dei trattamenti anticrespo

CAPELLI TRATTAMENTI ANTICRESPO

I capelli crespi sono un problema che affligge molte donne, ma anche uomini, e spesso la responsabile è la carenza di cheratina. Per porre rimedio ci sono vari trattamenti anticrespo professionali proposti dai parrucchieri: vediamo tutti i pro e i contro

L’effetto crespo sui nostri capelli può essere causato da molti fattori e può riguardare ogni tipo di capello, non solo quello mosso o riccio. Di solito indica una particolare disidratazione dovuta ad un danno alla fibra capillare oppure alla naturale diminuzione della produzione di cheratina da parte del nostro organismo.

La cheratina è una proteina ed è la componente principale di capelli e unghie, oltre che della pelle. Con l’invecchiamento tendiamo, però, a produrne sempre meno e questo può comportare l’indebolimento dei capelli, come delle unghie.

I capelli crespi possono essere anche conseguenza di un uso reiterato di phon e piastra. Questi strumenti per lo styling a caldo tendono a disidratare eccessivamente il capello, provocando lo sfaldamento delle proteine cheratiniche. Le cuticole che compongono il capello, così facendo, si alzano e non permettono di trattenere la sua naturale idratazione. Qual è il trattamento più efficace? Andiamo ad analizzare i loro pro e contro.

Trattamento anticrespo professionali alla cheratina

Trattamento alla cheratina ristrutturante

Si tratta di un trattamento anticrespo alla cheratina idrolizzata che rende i capelli più forti e corposi ricostruendo la fibra capillare.

Quali sono i pro? Questo trattamento è adatto ad ogni tipo di capello danneggiato o sfibrato, poichè lo riesce a riparare dall’interno. Previene la rottura dei capelli ed è ideale per le chiome ricce e mosse poiché ammorbidisce i boccoli. Il trattamenti alla cheratina ristrutturante è adatto, però, anche alle lisce che vogliono ottenere dei capelli più forti e corposi.

Non conosci il Salvagente? Scarica GRATIS un numero della nostra rivista cliccando sul pulsante qui in basso e scopri cosa significa avere accesso a un’informazione davvero libera e indipendente

Sì! Voglio scaricare gratis il numero di novembre 2021

I contro sono praticamente inesistenti, visto che si tratta di un trattamento ristrutturante che può essere praticato sia da un parrucchiere professionale che in casa.

Trattamento alla cheratina lisciante

Questo tipo di trattamento è anche detto “stiratura brasiliana”, poiché ha avuto origine proprio in Brasile. Questa tecnica permette di disciplinare anche anche alle chiome più ostinate e ricce evitando di rovinarli con piastre e styling con il phon.

Questi trattamenti anticrespo modificando chimicamente la struttura del capello e cosentono di mantenere l’effetto “liscio perfetto” fino a quattro mesi. A svolgere l’azione lisciante non è, in realtà, la cheratina ma altri componenti, ovvero l’acido gliossilico e la carbocisteina.

Quali sono i pro del trattamento? Riesce a domare i capelli mossi rendendoli perfettamente lisci e, contemporaneamente, è anche anticrespo. È l’ideale per coloro che ricorrono spesso all’uso della piastra e che, per quattro mesi, possono evitare di usare questi prodotti dannosi per i capelli. Ha una durata molto lunga rispetto ad altri trattamenti e rende i capelli setosi.

I contro riguardano innanzitutto il costo che è piuttosto elevato e dipende anche dalla lunghezza della chioma. Bisogna dire, poi, che il trattamento lisciante non è adatto a tutti i tipi di capelli ma solo a quelli naturali e non trattati prima con prodotti chimici e tinte. Anche la ricrescita naturale dei capelli, poi, può inficiare sulla riuscita del trattamento lisciante alla cheratina.

Trattamento anticrespo fai-da-te

Si può provare a curare e riparare i capelli crespi e danneggiati anche con prodotti che si possono usare in casa oppure con rimedi fai-da-te.

Tra questi ultimi c’è la maschera alla cheratina casalinga che, però, prevede l’uso della cheratina liquida unita ad una classica maschera per capelli e altri ingredienti nutrienti, come miele, uovo e semi di lino.

Altre accortezze da tenere presente per migliorare l’aspetto dei capello crespi è usare uno shampoo poco aggressivo e regolare la temperatura dell’acqua durante il lavaggio. Il primo risciacquo è meglio farlo con acqua caldo-tiepida che aprirà le cuticole del capello. Per il secondo sarà ottimale l’acqua a temperatura tiepida, in modo da richiudere le fibre capillari. Anche l’asciugatura è importante: è meglio usare il phon ad una distanza adeguata dalle radici del capello per non disidratarlo.