Integratori acquistati online, l’inchiesta inglese che svela i rischi per il cuore e di ictus

Con la fine di agosto, per molti italiani arriva anche quella dell’indulgenza verso la propria linea. Ma attenzione perché cercare di velocizzare la dieta con prodotti che permettono una forte perdita di peso, soprattutto se acquistati on line, può essere pericoloso. A dirlo è un’inchiesta dell’associazione dei consumatori inglesi Which?, secondo cui alcuni di questi prodotti contengono sostanze che possono indurre un ictus o un infarto, senza alcun avviso per la salute. Which? ha trovato decine di prodotti in vendita online contenenti estratti vegetali che possono creare agitazione o aggressività e aumentare la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna.

Le sostanze sotto accusa

Sotto accusa yohimbina o sinefrina, sostanze che secondo l’Agenzia di regolamentazione dei medicinali e dei prodotti sanitari (MHRA) hanno “un notevole potenziale di causare danni se utilizzate senza controllo o consulenza medica”. Come riporta il Guardian, Which ha acquistato nove di questi prodotti, che vengono utilizzati da alcune persone che cercano di perdere peso, culturisti e frequentatori di palestra, attraverso i mercati online eBay, Wish e AliExpress. Di questi, due non includevano avvertenze sulla salute o informazioni sul dosaggio. Gli acquirenti possono comprare sul web gli integratori in questione, inviati loro da paesi tra cui India, Stati Uniti, Ucraina e Polonia a un costo che va da pochi euro a oltre cento.

I rischi per la salute

James Coulson, un esperto di tossicologia che fa parte del Comitato sulla tossicità del Regno Unito, ha commentatno: “Quando si tratta di questi farmaci, gli effetti critici di cui siamo preoccupati sono il loro effetto sul sistema nervoso simpatico e in particolare il loro effetto sulla pressione sanguigna”, e con una dose rilevante possono arrivare gli “effetti del danno d’organo secondario a causa dell’aumento della pressione sanguigna” e “potenziali danni al sistema cardiovascolare”. Coulson è docente presso l’Università di Cardiff, consulente del NHS in Galles e consulente del National Poisons Information Service del Regno Unito. Ha curato persone che hanno subito effetti collaterali dopo aver ingerito yohimbina e ha anche gestito segnalazioni di complicazioni dovute all’uso di sinefrina. “Lui e altri operatori sanitari sono preoccupati che le persone possano presumere che gli estratti di erbe siano innocui perché naturali e non si rendono conto che sono potenzialmente rischiosi” scrive il Guardian.

eBay e AliExpress rimuovono le inserzioni, ma solo dopo l’allerta

Sue Davies, responsabile della politica di protezione dei consumatori di Which?, ha dichiarato: “È preoccupante che la nostra indagine abbia rivelato che questi integratori dimagranti contenenti ingredienti potenzialmente pericolosi sono facilmente disponibili sui mercati online”, “La regolamentazione limitata di questi siti non funziona e questo lascia le persone esposte a sostanze che possono essere dannose”. Ebay e AliExpress hanno rimosso le inserzioni per i prodotti su cui il gruppo di consumatori li aveva avvisati, mentre Wish ha affermato che era in procinto di farlo.