Bollo auto in scadenza? Controlla se la tua regione ha prorogato i termini

BOLLO AUTO

Se in questi scorsi scade il pagamento della tassa di possesso del vostro autoveicolo, il consiglio è di verificare se la vostra regione fa parte di quelle che hanno prorogato la  scadenza. In Campania, ad esempio, per i bolli in scadenza tra 19 gennaio e 30 aprile, è stata determinata la data del 31 maggio. In Emilia Romagna, invece, la giunta regionale ha deciso di rinviare fino al prossimo 2 di agosto il termine ultimo di pagamento per i bolli in scadenza nei mesi di aprile, maggio e giugno: chi salderà il debito entro tale data non vedrà applicare alcuna sanzione, interesse od onere aggiuntivo. In Veneto, invece, i bolli auto in scadenza tra 1 gennaio e 31 agosto 2021 potranno essere saldati entro il prossimo 30 settembre.

Che cos’è il bollo auto

La tassa automobilistica è un tributo locale e in quanto tale è gestita dalle Regioni e dalle Province Autonome di Bolzano e Trento. Fanno eccezione le Regioni Friuli Venezia Giulia e Sardegna  per le quali la tassa è gestita dall’Agenzia delle Entrate.

Sono tenuti al pagamento della tassa automobilistica coloro che, alla scadenza del termine utile per il pagamento, risultano essere proprietari del veicolo al pubblico registro automobilistico (PRA).

In caso di veicolo con contratto di leasing, usufrutto o acquisto con patto di riservato dominio, sono tenuti al pagamento della tassa automobilistica coloro che, alla scadenza del termine utile per il pagamento, risultano al PRA essere rispettivamente utilizzatori, usufruttuari, acquirenti con patto di riservato dominio del veicolo.

A partire dal 1 gennaio 2020, in caso di veicolo con contratto di noleggio a lungo termine senza conducente, sono tenuti al pagamento della tassa automobilistica coloro che, alla scadenza del termine utile per il pagamento, risultano essere utilizzatori del veicolo stesso.