Ossido di etilene sul sesamo: in Italia l’allarme arriva con un mese di ritardo

Sembrava davvero impossibile che un allerta alimentare che ha coinvolto 20 paesi, molti dei quali in Europa, producendo richiami di molti prodotti a base di sesamo richiamati per la presenza di ossido di etilene, non fosse arrivato in Italia.

E difatti non era prossibile come dimostra l’ultimo richiamo appena diffuso dal ministero della Salute. Semmai stupisce che un mese dopo che le autorità sanitarie di decine di paesi mettevano in guardia produttori, distributori e consumatori nei confronti di prodotti da forno come pane e bagel, contaminati da un composto cancerogeno ci sia chi scopre solo oggi la presenza.

E non sono in pochi, leggendo quanto reso noto dal ministero della Salute. Lungo l’elenco dei prodotti richiamati dal mercato. Si parte dai semi di sesamo e müesli con fiocchi di farro contenenti ossido di etilene in buste trasparenti da 500 grammi di sesamo decorticato e i müesli con fiocchi di farro in confezioni da 375 grammi entrambi a marchio FUCHS – NATURKOST prodotti da FUCHS J. Srl nello stabilimento di via della Palude n 11 a Castebello (BZ) – Alto Adige. I due prodotti sono intensificati dallo stesso lotto di produzione L20210830 e scadenza 30 agosto 2021.

Si prosegue con i semi di sesamo decorticati Happy Harvest prodotti da Pedon in confezioni da 250 grammi e scadenza 16/06/21 – 28/04/21 e quelli della linea Bondis con scadenza 27/12/21.

Stessa sorta per i semi di sesamo Pedon con scadenza 26/06/21 – 06/06/21 .

Richiamo anche per i semi di sesamo Della buona terra sempre prodotti da Pedon e identificabili dalle date di scadenza: 01/10/21 – 15/08/21 – 26/06/21 – 06/06/21 – 22/05/21.

Non si salva nemmeno la Quinoa e lenticchie con i semi di sesamo della linea Salvaminuti prodotta da Pedon con scadenze 20/03/22 e 21/01/22 e (della setssa linea) i Cereali e piselli con semi di sesamo con scadenze 20/03/22 e 22/01/22.

Interessati dal richiamo anche i Semi con mirtilli morbidi per insalata della linea Supermix di Pedon

Anche Aldi è costretta al richiamo per i suoi semi di sesamo decorticati con lotti di produzione 16/06/21, 28/04/21.

L’ossido di etilene viene utilizzato per controllare gli insetti come fumigante per spezie, condimenti e prodotti alimentari. L’uso attraverso pesticidi è però escluso dalle leggi comunitarie. La sostanza viene anche utilizzata dall’industria delle spezie degli Stati Uniti (e in alcuni casi anche in Europa) con effetto biocida, per prevenire contaminanti microbici come Salmonella ed E. coli, ridurre la carica batterica, lieviti e muffe, coliformi e altri agenti patogeni.

L’allarme per l’ossido di etilene è stato lanciato per la prima volta dal Belgio all’inizio di settembre, ma ora riguarda quasi 20 paesi. L’ossido di etilene è un cancerogeno genotossico dopo un consumo regolare.

Finora questa molecola è stata trovata in una varietà di prodotti in diversi Stati. E già un mese fa era uscita una lista che comprendeva anche l’Italia oltre: Austria, Repubblica Ceca, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Lettonia, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Russia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Svizzera sono tutte elencate come colpite.