Quanto guadagna Tim con gli elenchi telefonici “fantasma”?

Caro Salvagente, è possibile fare un articolo sull’addebito sulla bolletta di Telecom delle consegne annuali elenchi telefonici? Da 5 anni questi elenchi non arrivano ma mi addebitano sempre 3,90 euro all’anno nella fattura di dicembre. Pensando che Telecom abbia solo 1 milione di utenti, incassa 3,9 milioni all’anno senza nessuna distribuzione. Non sarebbe ora di dire basta?
Ho aperto un ticket sul sito AGCOM e dopo alcuni mesi mi rispondono che dovrei rivolgermi a Telecom
Francesco Schino
Caro Francesco, innanzitutto i numeri: Telecom ha circa 10 milioni di clienti nella telefonia fissa, anche se non tutti dovessero ancora ricevere l’addebito per gli elenchi telefonici “fantasma” è facile presumere che questo incasso sia perfino superiore a quello che lei calcola. Non è la prima volta che scriviamo a proposito di quella che appare come una furbizia che fa arrabbiare molti, perché giustamente è percepita come un addebito inutile, oltre che spesso poco conosciuto. Tanto più che spesso, nel suo caso, gli elenchi non arrivano. Ecco quello che ci diceva Valentina Masciari, la responsabile utenze di Konsumer Italia, quando ne abbiamo parlato l’ultima volta.

La situazione vissuta dal nostro lettore non è isolata, è assai frequente: clienti che non hanno mai visto la consegna degli elenchi hanno questa voce di  costo nella bolletta.

È chiaro che c’è chi se ne è accorto e ha contestato il canone del servizio non richiesto ma, viene da chiedersi chissà quanti altri clienti Tim, non hanno fatto caso a tale maggiorazione.

Inoltre, questo tipo di, chiamiamole anomalie, dovrebbero essere sanate, contattando semplicemente il Servizio Clienti e non inviando una raccomandata, altrimenti verrebbe spontaneo chiedere a Tim una dimostrazione della richiesta scritta del cliente in base alla quale ha attivato il servizio…

Risulta, di conseguenza evidente l’introito enorme che ne ha Tim a discapito sempre dell’ignaro cliente.

Sarebbe opportuno in questi casi, oltre al chiamare il servizio clienti, inviare anche un fax al numero verde 800 000 187 giusto per lasciare traccia scritta di quanto richiesto, e scrivere anche che in assenza di riscontri immediati, si procederà con lo stornare autonomamente dalla fattura l’importo in questione;  chiaramente, nella stessa comunicazione, si dovrebbe richiedere il rimborso di quanto pagato e mai richiesto.