Bolletta elettrica: perché è scomparso il calcolo dei consumi?

Caro Salvagente,

Hho bisogno di delucidazioni: ho notato che Enel nelle fatture marzo/aprile e maggio/giugno, nonostante i consumi siano sempre gli stessi, nelle fatture hanno eliminato la pagine 3 – dove venivano calcolati i consumi! Adesso c’è solo la pagina 2 – consumi totali e relativo ammontare: è legale?

Lettera firmata

Che le bollette di luce e gas siano incomprensibili ai comuni mortali non è una novità, ma forse anche gli sforzi di semplificazione compiuti in questi anni dall’Autorità di regolamentazione forse non sono bastati. Ecco il parere di Valentina Masciari, responsabile Utenze di Konsumer Italia che ci spiega che fine ha fatto il famoso terzo foglio

Da qualche tempo che è cambiata l’impostazione della fattura di energia, ora abbiamo la famosa fattura 2.0. Contiene le informazioni di base, e viene definita “bolletta sintetica”. In questa troviamo, innanzitutto, i dati personali e i dati della fornitura, le informazioni tecniche, cioè l’identificativo del punto (POD/ PDR), la data di emissione e l’importo totale.

Troveremo poi, le voci che portano al costo da pagare:

– Spesa per la materia energia o gas naturale;

– Spesa per il trasporto e la gestione del contatore;

– Spesa per gli oneri di sistema;

– Iva e accise.

Se poi si tratta della casa di residenza, troviamo anche il Canone di abbonamento Rai.

Relativamente al dettaglio, cioè i prezzi unitari e i consumi a cui i prezzi sono applicati, con la nuova bolletta, la presenza di tali informazioni non è più in ogni fattura ma dipende dalla tipologia del contratto. Se la fornitura è sul Mercato tutelato, i dettagli in questione vanno richiesti al fornitore. Se la fornitura è sul Mercato libero, bisognerà verificare cosa indicano le condizioni contrattuali relativamente alle modalità di richiesta e ricezione. Aggiungo, che in caso di reclamo di una fattura, queste informazioni devono sempre essere fornite.

In sintesi, è vero che le nuove fatture non hanno il dettaglio dei consumi, perché così ha previsto la nuova formulazione e quindi, se si vuole giustamente verificare il dettaglio dei propri consumi, si può richiedere tale specifica al proprio fornitore, che deve inviarla al cliente oppure, se si è registrati nell’area personale del sito del proprio fornitore, il dettaglio in questione, si può scaricare anche dal sito.