British Airways, easyJet e Ryanair al governo: “Illogico imporre la quarantena a chi entra nel paese”

E’ “Illogico e irrazionale” imporre la quarantena per le persone che arrivano dall’Unione Europea, dove i tassi di contagio sono inferiori rispetto a quelli della Gran Bretagna. A sostenerlo British Airways, easyJet e Ryanair che hanno inviato una lettera al governo inglese con la richiesta di rivedere la decisione di mettere in quarantena tutti coloro che arrivano nella Gran Bretagna dall’estero. Le nuove regole entreranno in vigore lunedì e per chi le viola è prevista una sanzione di 1.000 sterline.

Il timore delle tre compagnie è che in quanto tale norma danneggerà il settore di trasporti aerei dopo la ripresa dei voli di linea: “Inevitabilmente – si legge – questo significherà che solo un piccolo numero di persone entrerà nel nostro paese”.

Sono circa 287mila i casi di contagio da coronavirus registrati in Gran Bretagna dall’inizio della pandemia. Il bilancio delle vittime ha superato quota 40.000. Al momento Il Regno Unito è il secondo paese al mondo per numero di decessi.