Friday for future, oggi il primo sciopero digitale mondiale per il clima

Gli attivisti di Friday for future sotto la sede Unicredit con tute e maschere che ricordano la serie tv "La casa di carta" in via Nizza, Torino, 19 luglio 2019. ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO

Non fermarsi nonostante l’obbligo a rimanere in casa: i ragazzi e le ragazze di Friday for futr (Fff) lanciano il primo sciopero digitale mondiale per chiedere “giustizia climatica”. Oggi, come tutti i venerdì negli ultimi due anni, prima della quarantena per il covid, in 160 paesi, si protesterà perché quella del global warming è “una crisi in atto e sarà la prossima da affrontare una volta usciti da quella del coronavirus” ed è una “di tante altre crisi, sanitarie, economiche o umanitarie dovute al cambiamento climatico e ai suoi frutti avvelenati” scrive Fff Italia sul sito ritornoalfuturo.org. Gli attivisti, guidati dalla giovane attivista svedese Greta Thunberg, invitano a manifestare con gli hashtag #digitalstrike e #ritornoalfuturo. Originale la modalità di protesta: Allo sciopero si partecipa postando una foto del digital strike, geolocalizzandosi con un avatar davanti a palazzo Chigi, e seguendo la diretta con scienziati, attori e cantanti, partecipando agli eventi del gruppo Fff della propria città (115 quelle che partecipano in Italia).

Flavia Bises, attivista di Friday for future Italia, spiega: “Stiamo vedendo in queste settimane come le istituzioni siano in grado di prendere provvedimenti forti laddove riconoscono una crisi urgente. Sono ormai decenni che gli scienziati denunciano la gravità cambiamento climatico, ed è ora che vengano ascoltati anche in questo ambito. E’ importante che con i fondi che saranno stanziati per l’uscita dalla crisi economica si cominci finalmente a costruire la transizione ecologica delle nostre società.”

In una lettera aperta rivolta all’Italia, gli attivisti scrivono: “Molti studi sostengono che questa crisi sia connessa all’emergenza ecologica. La continua distruzione degli spazi naturali costringe infatti molti animali selvatici, portatori di malattie pericolose per l’uomo, a trovarsi a convivere a stretto contatto con noi. Sappiamo con certezza che questa sarà solo la prima di tante altre crisi – sanitarie, economiche o umanitarie – dovute al cambiamento climatico e ai suoi frutti avvelenati. Estati sempre più torride e inverni sempre più caldi, inondazioni e siccità distruggono già da anni i nostri raccolti, causano danni incalcolabili e vittime sempre più numerose. L’inesorabile aumento delle temperature ci porterà malattie infettive tipiche dei climi più caldi o ancora del tutto sconosciute, rischiando di farci ripiombare in una nuova epidemia. Siamo destinati a questo? E se invece avessimo una via d’uscita? Un’idea in grado di risolvere sia la crisi climatica sia la crisi economica?”  Per Fff, “la soluzione esiste già: la transizione ecologica sarà il cuore e il cervello di questa rinascita”, “una rivoluzione del nostro intero sistema”, senza ritornare al passato ma guardando avanti preparando “il nostro Ritorno al Futuro”.

Fra i sostenitori, molte realtà: Wwf Italia, Legambiente, Greenpeace, Stop TTIP Italia, Terra, CGIL, Rete della conoscenza (uds, link), Rete studenti medi, Udu, A sud, Attac, Solidarius, Bilanci di giustizia, Associazione per la decrescita, Slowfood Italia, Climate save movement, Comune-info, Sbilanciamoci, Transform! Italia, Left.

PROGRAMMA DELLA GIORNATA di Fridays for future Roma

#AScuola

Non chiediamo alla scuola di sospendere necessariamente la didattica, già in difficoltà in questo periodo. Si possono usare le lezioni per approfondire i temi della crisi climatica nelle vostre classi, Potete trovare materiali qui https://fffutu.re/crisiclimatica https://fffutu.re/materiali
#ScioperoDaCasa
Alle 10:00 ci troveremo virtualmente davanti al Parlamento per far sentire le nostre voci! Ci geolocalizzeremo da qui: http://ritornoalfuturo.org/map/
Webinar Scientifico
11-12 sui canali social di FFF Italia, per parlare di Crisi Climatica, con @Giorgio Vacchiano (forestale) e @Elisa Palazzi (climatologa)
Musica e interventi
12-13 sui canali social di FFF Italia: momento con gli artisti @Mannarino e @RobertoMercandini, con interventi di ragazzi e ragazze
Palazzo Chigi
Alle ore 18:00 dalle pagine instagram e facebook di Fridays for future Roma andrà in diretta “Live Strike”. Gli attivisti e le attiviste si potranno collegare in una live Instagram di FFF Roma (che sarà trasmessa anche su Facebook) dando la possibilità a tutti gli studenti e le studentesse di inviare le richieste e partecipare alla diretta per raccontare le battaglie a cui tengono maggiormente. Sarà anche l’occasione per approfondire la campagna “Ritorno al Futuro” e parlare insieme del futuro per cui stiamo lottando