Afrodisiaci, ben auguranti, mistici… le ragioni che rendono simbolici gli alimenti

Da sempre il cibo è un legame che può mettere insieme persone anche sconosciute intorno allo stesso tavolo ma è anche il legame che si crea tra il reale e il trascendente con l’Eucarestia, la Quaresima o il Ramadan, la scelta del kosher o alal. L’uomo trova sostegno per sopravvivere con il cibo, e ad un certo punto il cibo e la magia si sono incontrati e reciprocamente contaminati culturalmente. Cibi per soddisfare i propri desideri sono anche gli afrodisiaci, gli alimenti collegati a religioni o addirittura all’esoterismo vero e proprio.

Logico, dunque, che diventassero un tema interessante per i nostri Miti Alimentari

A Natale devo mangiare la melagrana e le lenticchie per avere fortuna economicamente, ma non credo ci sia nessuna spiegazione

FALSO Già in Grecia il melograno dava frutti sacri agli dei e il numero di semi che cadevano in casa era il presagio di tanta più ricchezza quanti più semi si raccoglievano, oggi si fa lo stesso sgranando una melograna nel piatto. Per le lenticchie si sa che è un dovere proporle alla fine del Cenone di Capodanno, quando non c’è spazio nello stomaco neanche per uno spillo, ma hanno la fortuna di somigliare a delle monete e quindi sono considerate un segno di ricchezza. Tanto sbagliato però non è perché i legumi sono ricchi di tanti nutrienti importanti, fibre, delle proteine quasi equivalenti come valore a quelle animali, e contengono molte vitamine per cui avere le lenticchie sulla tavola è un buon segnale nutrizionale. È un indice di maggiore prosperità di chi li offre perché rispetto a chi nel passato ricorreva solo a cereali o fonti ancora più povere di proteine di qualità, i legumi sono nutrizionalmente migliori. Lo stesso approccio lo ritroviamo con la necessità di mangiare dodici acini d’uva negli ultimi secondi dell’anno, stando attenti a non ostruire le vie aeree, perché porta bene per l’anno nuovo.

È tradizione avere i salvadanaio a forma di porcellino perché il maiale è sinonimo di prosperità

VERO Il tipico salvadanaio che conosciamo è spesso a forma di porcellino per più motivi. Il maiale è il simbolo di grande prosperità per la famiglia che lo possiede ed è l’animale che si sacrifica dopo la Quaresima fornendo insaccati e carni che nel passato duravano per lunghi mesi. Oggi si può certamente ridurre o addirittura eliminare del tutto la carne di maiale dalla tavola, ma perché continuiamo a conservare i soldini nella sua pancia? La simbologia magica afferma che il maiale non ama camminare all’indietro per cui è sinonimo di progresso e sempre di avanzamento ragion per cui i soldini conservati non saranno mai persi e anzi aumenteranno sempre di valore. Il contrappasso nella scelta dei piatti è quella di evitare gamberi e astici perché usualmente vanno all’indietro e bisognerebbe anche evitare i volatili che potendo volare via sono sinonimo della fortuna che è effimera e sempre pronta a scomparire all’improvviso. A Capodanno l’abbinamento cotechino o zampone e lenticchie vuole simboleggiare il massimo desiderio di avere un nuovo anno prospero e ricco.

Metto sempre delle monete di cioccolato nella calza della Befana perché sono sinonimo di fortuna

VERO In Grecia, patria di molte leggende, si metteva una monetina nell’impasto della torta chiamata vasilopita. Secondo una tradizione greca, ormai diffusa anche negli Stati Uniti, si usa inserire una piccola moneta nell’impasto della torta detta di San Basilio prima di infornarla e il fortunato che la troverà nel suo piatto avrà fortuna. Per evitare problemi odontoiatrici si è passati a monete di cioccolata che erano di per se un ingrediente ricco e a disposizione di pochi infine, per aggiungere fortuna e buon augurio ecco l’uso di carta dorata o argentata. Queste monete per i piccoli nella loro calza sono solo un dolce in più da mangiare, ma sono il segnale più chiaro di augurio di prosperità e di ricchezza per l’anno in arrivo. Sullo stesso piano va inserito il marzapane, dall’arabo mauthaban, che vuol dire “moneta” e nel meridione si offre del marzapane con frutta, pasta di mandorle e nei paesi del centro Europa ritroviamo il maiale fatto col marzapane ad unire due auguri nello stesso dono.

Metto l’aglio sulla porta di casa per difendermi dai vampiri

VERO Speso si trovano delle trecce di aglio sulle porte perché i vampiri saranno invogliati a cambiare casa. L’aglio è ricco di tante virtù e tenere una treccia al collo ci rende meno attaccabili dai vampiri perché si pensava che fossero ammalati di porfiria ovvero incapaci di sintetizzare i gruppi eme dell’emoglobina e hanno gravi problemi di esposizione al sole e ciò giustifica il loro essere parte del “popolo della notte”. L’aglio contiene delle sostanze che possono esaltare questi effetti e il vampiro tendeva a fuggirne e questo fa capire perché si usava come dissuasore di vampiri. L’aglio è molto utilizzato in cucina, salse, soffritti ecc, e fornisce sostanze antibiotiche naturali e antiossidanti tanto da essere considerato, dagli antichi Egizi la loro farmacia del tempo.

Nei paesi anglosassoni non hanno nessuna tradizione che collega il cibo ad aspetti irrazionali

FALSO I paesi mediterranei non trovano alcun vantaggio psicologico nel mangiare verdure a foglie larghe, se non per sali minerai, vitamine e altri principi salutistici, ma negli Stati Uniti bietole, cavoli, sulla tavola rappresentano un chiaro auguri di prosperità perché queste verdure per colore e dimensione rappresentano i “dollari” ovvero i famosi “verdoni”. Come posso aumentare la forza di questo buon auspicio? Servendo delle verdure con un bel pesce intero ovvero con coda e testa. Il pesce ha un suo significato esoterico molto forte, rappresenta i protocristiani un simbolo segreto di riconoscimento che rappresenta anche l’acronimo di Gesù Cristo Figlio di Dio, Salvatore. Rappresenta la vita e ciò rappresenta se servito intero dove testa e coda significano inizio e fine. Molti di noi involontariamente non fanno pulire il pesce privandolo della testa per esempio perché inconsciamente è un brutto auspicio da evitare. Servire un pesce intero è buon auspicio di augurare una vita completa quanto lunga essa sia. Pesce con verdure rappresentano in altre parole vita completa e ricca di soldi.