Dispositivi anti abbandono, è attivo il sito per il bonus

E’ finalmente possibile richiedere il bonus di 30 euro per l’acquisto del dispositivo anti-abbandono. Per accedere bisogna collegarsi al sito bonuseggiolino.it ed essere in possesso della Spid (nel momento in cui scriviamo, il sito va molto a rilento). Nella giornata di ieri, 20 febbraio, la piattaforma Sogei era disponibile solo nell’opzione per i rivenditori, mentre oggi, 21 febbraio, è compilabile anche dai privati.

Il contributo dovrebbe (il condizionale è d’obbligo perché abbiamo cercato di attivare la procedura ma il sistema si blocca nel momento del riconoscimento con Spid) erogare – almeno quando sarà effettivamente on line – un buono spesa elettronico del valore di 30 euro valido per l’acquisto di un dispositivo antiabbandono per ogni bambino di età inferiore ai quattro anni.

Anche chi lo ha già acquistato avrà diritto al rimborso. Per averlo bisognerà farne richiesta registrandosi sulla piattaforma entro sessanta giorni dal 20 febbraio, allegando copia del giustificativo di spesa.

Attenzione alle caratteristiche del dispositivo. In commercio ce ne sono diversi ma, interpretando alla lettera la norma 122 del 2019 bisogna che:

  • “il dispositivo sia in grado di attivarsi automaticamente senza ulteriori azioni da parte del conducente” – allegato A punto 1.b del decreto 122 del 2019;
  • “questi sistemi non devono alterare le caratteristiche omologative” dei seggiolini – allegato A punto 2.b.

E dal 6 marzo 2020 scatta l’obbligo di utilizzare i dispositivi antiabbandono in auto per i bambini sotto i quattro anni. La data è stata individuata dal decreto fiscale, il Dl 124/2019, che ha messo fine all’interpretazione restrittiva introdotta a sorpresa dalla circolare 300/A/9434/19/109/12/3/4/1 del ministero dell’Interno del 6 novembre che rendeva i dispositivi antiabbandono a bordo delle auto obbligatori dal 6 novembre.