La vostra nuova tv non vi soddisfa? Provate a disattivare queste tre impostazioni

Eccezionali nelle pubblicità che magnificano effetti speciali e resa dei colori, decisamente deludenti una volta a casa, quando restituiscono scene un po’ false e innaturali, certo non della qualità che ci aspettavamo nel momento in cui abbiamo deciso di investire i nostri soldi per l’acquisto di una tv 4k. Una sensazione che hanno avuto in tanti dopo “il grande passo” verso un modello nuovo di televisore.

Eppure qualcosa si può fare per ottenere un’immagine migliore, a prescindere dall’apparecchio che abbiamo portato in casa. Ames K. Willcox, specialista di Consumer Reports, la più grande associazione di consumatori nordamericani, di fronte a prestazioni deludenti suggerisce: “Prima di tornare in negozio per richiedere un rimborso, fai un respiro profondo: potresti essere vittima delle impostazioni predefinite della tua tv piuttosto che di un venditore che cerca di sbolognare una tecnologia poco brillante”.

Molti nuovi televisori, spiega il giornalista specializzato in tv, media e audio, sono dotati di una serie di funzioni di visualizzazione opzionali, attivate per impostazione predefinita e alcuni potrebbero peggiorare la resa delle immaginni. Ed elenca tre funzioni che consiglia senza esitazioni di spegnere, o almeno di abbassare al minimo.

In alcuni casi questa operazione è automatica, grazie a una nuova funzionalità chiamata Filmmaker Mode, sviluppata con il contributo di alcuni registi come Martin Scorsese e Christopher Nolan. Quando la tv rileva che un film è in riproduzione, disattiva automaticamente qualsiasi effetto di attenuazione del movimento. Finora, LG e Vizio hanno deciso di realizzare modelli con questa funzione. Ma finora nessuna associazione indipendente ha ancora testato i televisori che hanno deciso di adottare questo automatismo.

Nel frattempo vale la pena operare “a mano” come spiega Willcox. In questo modo.

La riduzione del rumore

Il rumore – a volte chiamato “neve” a causa della comparsa di punti in bianco e nero nell’immagine – era un problema più evidente con i televisori analogici più vecchi, e in particolare con i segnali analogici a bassa definizione. Oggi, gran parte del segnale che arriva alla tv è digitale.

La riduzione del rumore va a scapito dei dettagli e della trama fine e l’immagine può apparire innaturale.

Controllo nitidezza / Miglioramento bordi

Il controllo della nitidezza, paradossalmente, non rende l’immagine più nitida. Quello che fa davvero è aumentare artificialmente i dettagli, accentuando i bordi delle immagini nell’immagine. A prima vista questo potrebbe dare l’impressione di maggiori dettagli, ma ciò che sta effettivamente facendo è mascherare i dettagli precisi e le immagini troppo accentuate possono aggiungere un alone attorno agli oggetti.

Motion Smoothing

Un problema con i televisori LCD, in particolare, è che l’immagine può essere sfocata durante le scene in rapido movimento, come nei film d’azione o sportivi. I produttori utilizzano varie tecnologie per ridurre il motion blur, tra cui la ripetizione di frame o l’inserimento di frame neri nel segnale video. Questa funzione ha molti nomi ma in genere includono la parola movimento.

Per rendere le cose ancora più confuse, le case tendono a dare a questa funzione i propri nomi proprietari, come Auto Motion Plus (Samsung), Motionflow (Sony) e TruMotion (LG).

Diversi produttori legano queste opzioni a un’altra tecnologia, chiamata smoothing del movimento o riduzione del judder (la vibrazione). I film hanno un effetto leggermente balbettante, chiamato judder, specialmente quando la telecamera fa una panoramica su una scena. Questo aspetto è dovuto al fatto che  sono girati a 24 fotogrammi al secondo, o 24Hz. Al contrario, il video viene in genere girato a 60Hz. Ecco perché lo sport, la realtà, i giochi e le soap opera hanno un movimento più fluido rispetto ai film a 24Hz.

Quello che succede è che la vostra televisione analizza i fotogrammi video adiacenti, facendo un’ipotesi su come sarebbero i fotogrammi intermedi se fossero stati catturati e quindi inserendo quei nuovi fotogrammi nel flusso video. Ma quando attivato, il livellamento del movimento può rendere anche i film classici e grintosi simili a video, qualcosa chiamato “effetto soap opera“.
Sfortunatamente, spiega Willcox, in alcuni televisori il livellamento del movimento è legato alla riduzione della sfocatura, quindi non è possibile ottenerne uno senza l’altro. Se possibile, dunque, è meglio disattivare la funzione anti-judder, almeno se non è legata allo sfocamento.