Il Messico rimanda indietro 1.000 tonnellate di glifosato: “È pericoloso”

Il governo messicano afferma che non consentirà una spedizione di 1.000 tonnellate di glifosato nel paese, preoccupato per la salute e l’ambiente come rende noto l’agenzia Associated press.

Il Messico è solo l’ultimo di una serie di paesi ad annunciare i divieti sul glifosato, il principio attivo del diserbante Roundup.

Il dipartimento per l’ambiente di Città del Messico ha dichiarato di aver negato il permesso di importare il glifosato, presumibilmente per uso agricolo e ha affermato che “il glifosato rappresenta un rischio ambientale elevato, data la presunzione credibile che il suo uso possa causare gravi danni ambientali e danni irreversibili alla salute”.

In precedenza, la Thailandia aveva annunciato divieti o eliminazioni graduali del glifosato entrando in rotta di collisione con l’amministrazione Trump. In Europa ci sono paesi che lo hanno già fatto (come l’Austria) ed altri (come Francia e Germania) che hanno deciso di vietrarlo dal 2023.