Dichiarazione dei redditi, ultime ore per presentare il modello 730

Un'immagine del 730

Ancora poche ore di tempo per trasmettere all’Agenzia delle Entrate il modello 730 per la dichiarazione dei redditi 2018. Entro oggi, infatti, devono completare la procedura di invio

  • i lavoratori dipendenti e i pensionati che hanno scelto la precompilata
  • e chi si è rivolto ad un commercialista o a un Caf.
  • Per chi, invece, aveva deciso di avvalersi del sostituto d’imposta, datore di lavoro o ente pensionistico, il termine di presentazione del modello 730 è scaduto lo scorso 8 luglio.

Rimborso

Quando dalla dichiarazione dei redditi risulta che il contribuente ha diritto a un rimborso può ottenerlo direttamente in busta paga o nell’assegno pensionistico in presenza di sostituto d’imposta (datore di lavoro o ente pensionistico). Può, invece, farselo erogare direttamente dall’Agenzia delle Entrate, quando non ha un sostituto d’imposta, oppure può chiedere la compensazione (la somma a credito è utilizzata per pagare altre imposte, ad esempio l’IMU), barrando l’apposita casella presente nel Quadro I. Per ottenere il rimborso sul conto corrente si può comunicare l’Iban direttamente al momento dell’invio del 730.

..o debito

Il contribuente che risulta a debito, invece, dovrà pagare il saldo 2018 e il primo acconto 2019 entro il 31 luglio prossimo, versando la somma con il modello F24, che potrà stampare direttamente dal sito web dell’Agenzia delle Entrate. In questo caso, si dovrà pagare anche la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse.

Per gli errori? C’è tempo fino al 25 ottobre

Se solo dopo aver trasmesso autonomamente il modello 730 precompilato, sul sito web dell’Agenzia delle Entrate, ci si accorge di aver commesso degli errori nella compilazione, ci sarà comunque tempo per correggerli. Infatti, entro il 25 ottobre 2019 si potrà presentare il modello 730 integrativo se dalla correzione dell’errore risulti un maggiore credito, un minore debito o un’imposta invariata.