Sale la febbre Amazon Prime Day: 5 consigli per uscirne vivi

La febbre degli sconti sta per partire. Non parliamo dei saldi nei negozi italiani, quelli sono già iniziati da giorni e non sembra stiano appassionando i consumatori. Ci riferiamo, invece, all’Amazon Prime Day il Black Friday di luglio. In pochi anni – la prima edizione è datata 2015 – l’appuntamento è diventato un classico in tutto il mondo, mobilitando milioni di consumatori a caccia di sconti e offerte. L’appuntamento di quest’anno si apre a mezzanotte di oggi, 14 luglio e dura per 48 ore.

Il rischio, però è dietro l’angolo: farsi prendere dall’entusiasmo e sprecare soldi in acquisti compulsivi e/o offerte che sono tutt’altro che imperdibili come appaiono. Qualche accortezza può aiutarci a non cadere in queste tentazioni e a scartare gli sconti finti.

PASSO N° 1: LA LISTA DELLA SPESA

Il primo, ovvio, consiglio è prepararsi e chiarirsi le idee già oggi sugli oggetti che ci interessano. Inutile (e pericoloso per il portafogli) mettersi a spulciare tutti gli sconti per decidere all’istante. Meglio guardarsi intorno prima per capire quale elettrodomestico,  televisore, capo d’abbigliamento vorremmo acquistare. Cercate informazioni sul modello proposto in offerta, prima di trovarvi con un modello con prestazioni poco soddisfacenti.

PASSO N° 2: LA VERSIONE DI PROVA DI PRIME

Se non siete tra i clienti di Amazon Prime, potete utilizzare la versione di prova gratuita di 30 giorni per accedere. Una volta conclusa la due giorni di acquisti potrete annullare l’abbonamento. Segnatevi sul calendario la data di scadenza per evitare di pagare a caro prezzo un servizio che potrebbe annullare gli sconti ottenuti. L’abbonamento annuale, infatti, costa 36 euro, quello mensile 3,99.

PASSO N° 3: NON FIDARSI

Saremo davvero di fronte a uno sconto imbattibile o non sarà che il rivenditore usa la tecnica di aumentare il prezzo di listino precedente per far figurare un’offerta più irresistibile di quanto è in realtà? Per capirlo si possono utilizzare software come Keepa, che una volta installato nel browser permettono di controllare sotto ogni articolo di Amazon l’andamento del prezzo di vendita nel corso degli ultimi mesi.

Il Salvagente lo aveva fato lo scorso anno e, nonostante diversi articoli beneficiassero effettivamente di offerte lampo corrispondenti con il periodo del Prime Day davvero convenienti, alcuni articoli lasciavano perplessi.

PASSO 4: IL MATTINO HA L’ORO IN BOCCA

Se avete tempo mettetevi a caccia dei Lightning Deals al mattino. Alcune delle migliori offerte offerte si Amazon, le Lightning, sono disponibili per un periodo e in quantità limitata. Vanno via veloci e Amazon lascia visibili quelli scaduti in modo che gli acquirenti vedano cosa hanno perso e siano ingolositi da un acquisto di impulso quando trovano altri oggetti.

Per chi arriva tardi, ovvero quando il prodotto non è più disponibile, Amazon dà la possibilità di iscriversi ad una lista di attesa e invierà una notifica nel caso l’oggetto richiesto ritorni “in negozio”. Con l’applicazione di Amazon per iPhone e Android, inoltre, si può ricevere una notifica anche quando sta per iniziare un’offerta interessante, salvata in precedenza.

PASSO N° 5: IL BANCO VINCE SEMPRE

Come è ovvio, Amazon oltre a ospitare gli sconti di venditori che si appoggiano sulla sua piattaforma, punta a vendere i propri dispositivi. Dunque se siete alla ricerca di un apparecchio della casa di Bezos potrete fare un affare. I dispositivi Amazon come Echo, i tablet Fire e gli e-reader Kindle saranno protagonisti di forti sconti. Prime Day lo scorso anno ha raddoppiato le offerte sui dispositivi Amazon e le offerte più importanti sui prodotti compatibili con Alexa come le tavolette Echo, Fire TV e Fire. Amazon dice che quest’anno presenterà i maggiori affari Prime Day di sempre su dispositivi abilitati ad Alexa.