Effetti collaterali gravi, fuori dalle farmacie l’antibiotico EG per le infezioni urinarie

Il Comitato europeo dei medicinali per uso umano ha confermato le restrizioni d’uso o la sospensione della commercializzazione di antibiotici della classe dei chinoloni e dei fluorochinoloni spesso usati per il trattamento delle infezioni delle vie urinarie perché possono avere effetti indesiderati gravi e di lunga durata.
Per questo motivo l’azienda farmaceutica EG ha ritirato dalle farmacie alcune confeziono di Acido Pipemidico EG*20CPS400MG – AIC. Si tratta dei seguenti lotti:
AcidoPipemidicoEG”400MGCAPSULERIGIDE”20CAPSULElotton.1601scad. 12-2020
AcidoPipemidicoEG”400MGCAPSULERIGIDE”20CAPSULElotton.1602scad. 12-2020
AcidoPipemidicoEG”400MGCAPSULERIGIDE”20CAPSULElotton.1603scad. 12-2020
AcidoPipemidicoEG”400MGCAPSULERIGIDE”20CAPSULElotton.1604scad. 12-2020
AcidoPipemidicoEG”400MGCAPSULERIGIDE”20CAPSULElotton.1605scad. 01-2021
AcidoPipemidicoEG”400MGCAPSULERIGIDE”20CAPSULElotton.1606scad. 01-2021
AcidoPipemidicoEG”400MGCAPSULERIGIDE”20CAPSULElotton.1607scad. 01-2021
AcidoPipemidicoEG”400MGCAPSULERIGIDE”20CAPSULElotton.1608scad. 01-2021
AcidoPipemidicoEG”400MGCAPSULERIGIDE”20CAPSULElotton.1609scad. 02-2021
AcidoPipemidicoEG”400MGCAPSULERIGIDE”20CAPSULElotton.1610scad. 02-2021
AcidoPipemidieoEG”400MGCAPSULERIGIDE”20CAPSULElotton.1611scad. 02-2021
AcidoPipemidicoEG”400MGCAPSULERIGIDE”20CAPSULElotton.1612scad. 02-2021
AcidoPipemidicoEG”400MGCAPSULERIGIDE”20CAPSULElotton.1613scad. 10-2021
AcidoPipemidicoEG”400MGCAPSULERIGIDE”20CAPSULElotton.1614scad. 10-2021
AcidoPipemidicoEG”400MGCAPSULERIGIDE”20CAPSULElotton.1615scad. 10-2021
AcidoPipemidicoEG”400MGCAPSULERIGIDE”20CAPSULElotton.1616 scad. 10-2021

Nello specifico, gli antibiotici della classe dei chinoloni e dei fluorochinoloni, come la ciprofloxacina, la levofloxacina, la moxifloxacina o l’acido pipemidico, presenti in farmaci come Ciproxin, Avalox, Pipemid (per citarne alcuni), possono dare effetti indesiderati gravi e potenzialmente persistenti a carico dell’apparato muscoloscheletrico e nervoso. Per questo il loro uso per via orale, intravenoso e per via inalatoria dovrebbe essere limitato o non più consentito. Queste sono le conclusioni del Comitato dei Medicinali per Uso Umano (Chmp) dell’Agenzia europea del farmaco (Ema), che ha confermato la raccomandazione emessa dal Comitato di Valutazione dei Rischi per la Farmacovigilanza (Prac), a seguito di una revisione degli effetti indesiderati riportati con questi medicinali.