Oltre 50mila italiani hanno firmato la petizione contro i fanghi tossici

Un vero e proprio boom di firme quello che tocca la petizione lanciata dal Salvagente, “Fermiamo i fanghi tossici che ci avvelenano e danneggiano il made in Italy” su Change.org: oltre 50 mila persone hanno già firmato l’appelo al ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, oltre che al vicepremier Luigi Di Maio e al titolare dell’Agricoltura Gian Marco Centinaio, di porre rimedio a una norma nata male nel decreto Genova e proseguita peggio nella traduzione in legge non si ferma. Alla petizione hanno già aderito diverse realtà come il Wwf e Federconsumatori, e personalità del mondo dello spettacolo come Giobbe Covatta, e scientifiche, come Fiorella Belpoggi, direttrice del centro di ricerca di ricerca sul cancro “Cesare Maltoni” dell’Istituto Ramazzini. Per firmare la petizione, basta cliccare qui.