Olanda, Kellogg costretta a togliere “senza zuccheri” da prodotti con dolcificanti

L’autorità pubblicitaria olandese ha comunicato a sette produttori e rivenditori, tra cui Kellogg, Albert Heijn e Hipp, di eliminare i reclami “senza zuccheri aggiunti” da prodotti dolcificati con pasta di dattero, concentrato di succo di mela e sciroppo di barbabietola da zucchero. A riportarlo è FoodNavigator.

La denuncia di FoodWatch

L’associazione di sorveglianza dell’industria alimentare Foodwatch ha presentato denunce contro nove diversi prodotti venduti nei Paesi Bassi, i quali hanno affermato di non contenere zuccheri aggiunti. Secondo il registro delle sostanze nutritive e sanitarie dell’Unione europea (NHCR), lo slogan “senza zucchero aggiunto” può essere utilizzata solo se il prodotto non contiene zucchero o altri ingredienti utilizzati ai fini della sua dolcificazione. La Dutch Advertising Authority, Reclame Code (RCC), ha confermato la denuncia contro sette produttori, un verdetto che ha lasciato Foodwatch “soddisfatto”. “Ingannare i consumatori con informazioni false e pseudonimi per lo zucchero non è accettabile”, ha dichiarato l’organizzazione non profit. “Mangiare troppo zucchero ha conseguenze negative per la nostra salute, tuttavia più della metà dei prodotti sugli scaffali dei supermercati contengono zuccheri aggiunti. Tuttavia, l’RCC ha permesso che il reclamo venisse utilizzato su due prodotti contenenti piccole quantità di sciroppo di succo di mela, accettando gli argomenti dei fabbricanti secondo cui essi sono utilizzati per scopi di corposità e di addensante.

Gli ingredienti incriminati

Due dei reclami sono relativi a Kellogg’s Crunchy Muesli con semi di albicocca e zucca e il muesli con mandorle, anacardi e cocos, che contengono rispettivamente il 14% e il 15% di pasta di dattero. “La pasta di dattero è inconfondibilmente usata nei prodotti attuali a causa del potere dolcificante”, ha affermato Foodwatch. E la RCC ha confermato la denuncia in base al livello di dolcezza aggiunto al prodotto dalla data incolla che era “troppo grande” per portare solo funzionalità strutturali. Alle società è stato ordinato di rimuovere il claim dai prodotti nei Paesi Bassi e in altri paesi europei in cui i cereali sono venduti. Jumbo ha già rimosso le richieste dal suo sito web. Kellogg non ha risposto a una richiesta di commenti da parte di FoodNavigator. La RCC ha anche confermato una denuncia contro il supermercato olandese Albert Heijn per il suo sciroppo di mele Rinse. “In realtà, l’ingrediente principale è il succo concentrato di barbabietola da zucchero e il 61% del prodotto è costituito da zuccheri”, ha affermato Foodwatch. La società britannica Fruit Fruits Fruit Fruit è stata incaricata di rimuovere le affermazioni dai suoi dolci alla fragola che sono stati addolciti con succo di mela.