Lo studio Usa: col tempo la visibilità dei fanali si riduce dell’80%. Come evitarlo

Secondo un nuovo studio americano, con l’invecchiamento dell’auto, i fari possono dare molto meno visibilità e aumentare il rischio di incidente.  Secondo i laboratori Aaa – come riporta ConsumerReports – con il passare del tempo, il rivestimento in plastica dei fari può diventare così torbido o ingiallito da emettere solo il 20 percento della luce che avevano quando l’auto è appena comprata.

Il test

I risultati rafforzano l’idea che i proprietari di automobili debbano controllare regolarmente il rivestimento dei fari e, se necessario, ripristinarli. Il gruppo di sicurezza automobilistica ha studiato l’impatto che il deterioramento può avere sulla quantità di luce prodotta da un faro in quanto la luce solare abbatte i rivestimenti protettivi in ​​plastica. I fari testati dal laboratorio AAA sono di due popolari berline di circa 11 anni di età. Questi risultati sono stati misurati rispetto ai nuovi fari per quantificare la quantità di luce prodotta.

Un deterioramento anche dell’80%

A seconda di dove e come viene utilizzato il veicolo, i fari possono iniziare a mostrare segni di deterioramento in appena tre anni a cinque anni, afferma AAA: “Guidare di notte con i fari che producono solo il 20 percento della luce che hanno fatto quando il nuovo, che è già scadente, è un rischio che i conducenti non dovrebbero prendere”, afferma Greg Brannon, direttore di ingegneria automobilistica e relazioni industriali dell’AAA, specialmente quando ci sono soluzioni convenienti e poco costose che possono migliorare notevolmente le prestazioni di illuminazione. “I piloti hanno bisogno di un minimo di 90-100 metri per vedere, reagire e frenare per qualcosa in avanti quando si viaggia a 90 km orari”, dice Jennifer Stockburger, direttore delle operazioni presso l’Auto Test Center di CR.

Anche alcuni modelli nuovi sono insufficienti

Nei test CR dei fari delle auto nuove, la luce raggiunge in media 90 metri più avanti, afferma. Se l’illuminazione scende a solo il 20% di dove è stata avviata, ciò consentirebbe ai guidatori di vedere meno di 20 metri davanti alla propria auto. “I nostri test dei fari dimostrano che anche molti nuovi fari testati in condizioni ideali per la visibilità, in notti chiare e senza luna, non producono abbastanza luce in avanti per consentire a un guidatore di vedere, reagire e frenare per qualsiasi cosa, eccetto le velocità più lente, “Dice Stockburger. Nell’esperienza di CR, alcune marche e modelli sembrano essere più suscettibili di altri ad appannarsi. Dipende dalle dimensioni, dall’angolazione e dalla composizione dell’obiettivo e dal fatto che l’auto sia parcheggiata o che passi la sua vita parcheggiata sulla strada. Gli effetti possono variare da una leggera foschia a lenti quasi opache.

Come mantenere i fari luminosi

Esistono in commercio a poche decine di euro, dei kit di ripristino dei fanali .ConsumerReports riporta alcuni suggerimenti durante la valutazione di questi prodotti:

Esamina attentamente i fanali dei tuoi fari prima di acquistare uno di questi kit. Se appaiono chiare, non utilizzare un prodotto per il restauro delle lenti. Sono abrasivi e possono danneggiare facilmente i fanali che non richiedono un restauro così severo.
Prima di utilizzare qualsiasi kit di restauro, è una buona idea guardare i video didattici del produttore online.
Se gli obiettivi sono chiari, ma le luci sembrano più tenui di prima, potrebbero essere necessarie nuove lampadine. Tutti i bulbi si attenuano nel tempo e dovrebbero essere sostituiti dopo alcuni anni.
Pulisci regolarmente le lenti con un detergente per vetri domestico. Anche una semplice pulizia può fare una grande differenza nel modo in cui puoi vedere, specialmente se vivi in ​​una zona con molta neve, ghiaccio o sale stradale.