Gli antibiotici della famiglia dei fluorochinoloni sono rischiosi per molti usi comuni

Gli antibiotici della famiglia dei fluorochinoloni, vanno evitati per usi comuni, dato il crescente numero di effetti collaterali gravi rilevati. L’attenzione sugli antibiotici della famiglia dei fluorochinoloni (Monoflocet, Tavanic e altri) continua a crescere perché il loro uso, secondo le autorità sanitarie internazionali, appare sempre più rischioso. Questi farmaci sono autorizzati contro varie infezioni batteriche: respiratorio, urinario, gastrointestinale, ecc. Come riporta Que Choisir, quest’estate, l’agenzia americana per la salute (FDA) ha chiesto che le informazioni fossero rafforzate sui suoi possibili effetti sulla salute mentale come i disturbi dell’attenzione, l’irrequietezza, i problemi di memoria e così via. Lo scorso ottobre il Comitato di valutazione dei rischi per la farmacovigilanza (Prac) dell’Agenzia europea per il farmaco ha raccomandato restrizioni dell’uso di antibiotici fluorochinoloni e chinoloni (somministrati per bocca, per iniezione o per via inalatoria) a seguito di una revisione degli effetti indesiderati potenzialmente di lunga durata e invalidanti riportati con questi medicinali. A novembre, un nuovo effetto collaterale è stato aggiunto ufficialmente a questo elenco: il verificarsi di aneurismi aortici. È una dilatazione del muro dell’arteria che può rompersi e avere conseguenze estremamente gravi. Questo rischio è maggiore negli anziani.

Quando non usarli

Questi antibiotici erano già noti per causare muscoli, articolazioni (ad es. Rottura del tendine di Achille) e disturbi nervosi. Ora, il loro uso non è raccomandato, ad esempio, per la prevenzione della diarrea del viaggiatore. In generale, dovrebbero essere evitati per infezioni lievi o moderatamente gravi. Il loro uso dovrebbe essere riservato ai casi più gravi, quando altri antibiotici non possono essere utilizzati. Per gli anziani, con problemi renali o assunzione di corticosteroidi, una maggiore cautela è ancora più importante. Gli operatori sanitari che prescrivono questi antibiotici dovrebbero avvertire i pazienti di interrompere il trattamento se compaiono sintomi nei muscoli, nelle articolazioni e nel sistema nervoso.

La lista

Ecco i principi attivi che apppartengono ai fluorochinoloni:

Ciprofloxacina
Lévofloxacina
Moxifloxacina
Norfloxacina
Fluméquine
Ofloxacina