Quanto dura la garanzia su un prodotto difettoso già sostituito?

Caro Salvagente, nel 2015 ho acquistato una macchina da caffè Kitchenaid 5KES2102EAC con garanzia 5 anni. A luglio del 2017 la macchina è però andata in corto circuito e mi è stata sostituita con una nuova.
Questa macchina ha funzionato fino a circa un mese fa e all’improvviso ha avuto lo stesso problema, andando quindi in corto circuito. Premetto che entrambe prima di smettere di funzionare sviluppano umidità all’interno dei vetrini dei manometri della pressione. Ho interpellato Genialpix che mi ha confermato che il mio acquisto originale rientrava ancora in quelli con garanzia di 5 anni sostenendo però che la sostituzione del prodotto comporta necessariamente il decorrere di una nuova garanzia dell’elettrodomestico sostituito. Questa affermazione non mi viene confermata invece dal centro assistenza, il quale sostiene che avevo diritto a tre anni di garanzia sull’acquisto originale (non 5 come invece dichiarato in fattura dalla ditta fornitrice) e nessuna garanzia sulla sostituzione.

Sono sinceramente disorientato

Luciano Favretto

 

Caro Luciano, non è il solo a essere disorientato sulla garanzia dei prodotti commerciali. Abbiamo chiesto lumi a Raffaella Grisafi, dell’associazione dei consumatori Konsumer Italia per cercare di fare a tutti indicazioni utili. Ecco le sue indicazioni.

Sbaglia il centro assistenza a parlare di 3 anni di garanzia: fa fede quanto riportato sulla fattura ossia garanzia di 5 anni e soprattutto quanto previsto nella garanzia. A tal fine ho provato a cercare sul sito dell’azienda la garanzia Italia riportata sulla fattura ma non l’ho trovata: sarebbe opportuno che il consumatore richiedesse le condizioni di garanzia (se non ne è già in possesso) per appurare cosa è coperto e a che condizioni.

In ogni caso il consumatore ha una fattura che riporta una garanzia legale di 5 anni il che ha un valore contrattuale ben preciso che l’assistenza non può negare così sbrigativamente.

Consiglio di controllare cosa prevede la garanzia commerciale richiamata in fattura ed inviare in ogni caso reclamo con pec o raccomandata all’azienda chiedendo l’intervento in garanzia. E di mettere in c/c nella comunicazione un’associazione dei consumatori.

Per quanto riguarda la garanzia sul prodotto sostituito la questione non è semplice perché non c’è una norma specifica che disciplina la garanzia del bene che sostituisce quello difettoso. La risposta può essere solo interpretativa: se si sostituisce in sede di garanzia un pezzo del bene questo rientra nella garanzia originaria del bene. Nel caso del lettore a mio avviso invece c’è una garanzia legale del bene nuovo oggetto di sostituzione di due anni, che il bene di default normativo si porta dietro. Ma, ripeto, siamo sul piano dell’interpretazione.