Londra, stop alla pubblicità di cibo spazzatura in metro

Nella metropolitana di Londra non sarà più possibile fare pubblicità al “cibo spazzatura“. La novità sarà operativa da febbraio ed è stata annunciata dal sindaco Sadiq Khan. Sarà vietato reclamizzare la maggior parte delle bevande zuccherate, hamburger, barrette di cioccolato e noci salate. Le catene di fast food potranno comunque fare pubblicità nella metropolitana ma solo se promuoveranno prodotti sani come noci non salate, uvetta e bevande senza zucchero. Non sarà loro permesso semplicemente di promuovere il loro marchio o il logo generico, per evitare di creare una scappatoia.

I rappresentanti dell’industria pubblicitaria hanno criticato la mossa, suggerendo che potrebbe costare a TfL decine di milioni di sterline di entrate in un momento in cui il sistema dei trasporti stava affrontando una crisi finanziaria.

Il sindaco aveva precedentemente annunciato la sua intenzione di limitare la pubblicità di cibi ricchi di grassi, zucchero e sale, ma ha ora confermato che il divieto entrerà in vigore all’inizio del prossimo anno, in seguito a una consultazione che ha trovato i londinesi decisamente favorevoli.

Il mese scorso i dati di Public Health England hanno rivelato che oltre il 37% dei bambini di 10 e 11 anni a Londra erano in sovrappeso o obesi, spingendo Khan a descrivere l’obesità infantile nella capitale come una “bomba a orologeria”.

“È chiaro che la pubblicità gioca un ruolo importante nelle scelte che facciamo, che ce ne rendiamo conto o meno, e i londinesi hanno dimostrato un enorme sostegno per il divieto di pubblicità di cibo spazzatura e bevande sulla nostra rete di trasporti”, ha concluso il sindaco.