Francia, glifosato nelle urine, 60 cittadini denunciano Monsanto

60 persone si preparano a presentare una denuncia al tribunale della città di Foix, in Francia, dopo la scoperta di presenza di glifosato nelle loro urine. A renderlo pubblico è l’associazione Campagna glifosato, che ricorda “che queste andranno a rinforzare le otto denunce già depositata il 15 giugno 2018”. Come riporta Ladepeche.fr, le nuove denunce dovrebbero essere gestite dal centro sanitario del tribunale di primo grado di Parigi.

I numeri

Nel frattempo, il numero di persone che fanno test delle urine per cercare tracce di glifosato continua ad aumentare. Nella regione dell’Ariège, 250 persone aspetterebbero la prossima campagna di campionamento per iniziare le analisi. Secondo Campagna glifosato, le analisi di 73 nuove ricerche sul glifosato nelle urine dimostrano ancora una volta che l’intossicazione da questo pesticida è sempre presente. La media dei 73 risultati era 1,43 nanogrammi per millilitro più di 14 volte la dose autorizzata di glifosato nell’acqua potabile (0,1 ng / ml).

I test del Salvagente sulle donne incinte

A giugno 2017 il Salvagente ha pubblicato un’inchiesta a partire da test da laboratorio appositamente commissionati su donne in gravidanza. Il risultato: e il glifosato era presente in tutte le donne analizzate da un minimo di 0,43 ng / ml a un massimo di 3,48, con una media di 1,12.