Igiene dei neonati, quattro consigli per evitare le sostanze tossiche nei prodotti

Residui di fenossietanolo e glifosato nei pannolini e nei prodotti per l’igiene dei bebè. Come il Salvagente ha riportato, sono stati trovati dal magazine francese 60 millions in diversi prodotti analizzati. La stessa rivista ha pubblicato quattro regole per limitare il rischio di esposizione dei bambini agli ingredienti tossici. Vediamo quali sono.

Limita i prodotti al minimo indispensabile

Più alto è il numero di prodotti applicati alla pelle del bambino, più è probabile che il bambino sia esposto a sostanze rischiose. Pertanto, quando si tratta di igiene infantile, è necessario limitarsi a ciò che è strettamente necessario. Il pannolino è inevitabile, ma per il resto preferite i prodotti senza profumi, lozioni o creme per non aumentare il numero di ingredienti cosmetici con cui il bambino è in contatto. E per garantire l’igiene di base, può anche essere utile l’uso di un prodotto di lavaggio. Secondo recenti studi, ogni giorno, in media, sei prodotti per l’igiene vengono applicati sulla pelle di un bambino sotto i 3 anni: un detergente per capelli e corpo, un latte idratante per il corpo, un’acqua di lavaggio per il sedere, ecc ecc… Prima di moltiplicare i prodotti applicati sulla pelle di un bambino, è meglio consultare il medico.

Riduci al minimo il numero di ingredienti

Meglio optare per prodotti con pochi ingredienti. Questa regola spesso consente di evitare le sostanze più a rischio. Inoltre, da un elenco ridotto di ingredienti, è più facile identificare le sostanze indesiderabili. Da escludere: fenossietanolo (un conservante sospettato di essere tossico), sodio lauril solfato e ammonio lauril solfato (tensioattivi molto irritanti), alcool (solvente e conservante molto irritante).

Niente profumi

Un bambino non ha bisogno di “odorare bene”. Soprattutto quando sappiamo che molte molecole di profumo sono potenzialmente allergeniche. Tuttavia, i profumi sono onnipresenti nei prodotti destinati ai lattanti. Si trovano in pannolini come in salviette, prodotti per il lavaggio, prodotti idratanti o per il sedere. Fortunatamente, in ogni categoria, ci sono prodotti senza profumo.

Non fare affidamento sulla fama del marchio

Referenze di marchi importanti come Nivea e Mixa per prodotti per l’igiene, Lotus per pannolini, sono tra i prodotti la cui composizione è la più criticata secondo lo studio di 60 millions. Prova che non dovresti comprare gli occhi chiusi affidandoti esclusivamente alla consapevolezza del marchio. Attenzione anche al fatto che un determinato marchio può vendere allo stesso tempo prodotti irreprensibili … e altri non consigliabile.