Un boccale di… glifosato. 7 birre austriache su 13 con residui del pesticida

7 bottiglie su 13 con residui di glifosato. Nella patria della birra è davvero difficile gustarsi un boccale senza trovare tracce del pesticida più utilizzato al mondo. Che, al contrario di quanto ci ha assicurato per anni la Monsanto, è tutt’altro che facilmente degradabile, tanto da non ritrovarlo neppure nel terreno dopo poche ore. E invece Konsument il mensile dei consumatori austriaci lo ha trovato perfino nelle bottiglie sugli scaffali. E in quantità per nulla trascurabili, dato che oscillano da 0,7 a 12 microgrammi per chilo.

Non è la prima prova che nella birra sia presente il glifosato: nel 2016 un’indagine del German Environmental Institute di Monaco trovato tracce dell’erbicida nelle 14 birre tedesche più popolari.

E un test del Salvagente aveva dimostrato come la presenza fosse comune anche nelle paste più vendute nel nostro paese. Ecco, comunque, i “bocciati” dal test austriaco.